facebook rss

Volpe trovata impiccata,
appesa ad un segnale stradale
«Un macabro messaggio»

POGGIO SAN VICINO - La scoperta lungo la strada che conduce a Cupramontana. Il delegato Marche della lega per l'abolizione della caccia, Danilo Baldini: «chiediamo ai Carabinieri Forestali di fare indagini sull’accaduto e di risalire agli autori del vile atto»
domenica 4 marzo 2018 - Ore 14:02
Print Friendly, PDF & Email

 

La volpe impiccata al segnale stradale

 

Atto di vile bracconaggio a Poggio San Vicino. Una volpe è stata trovata impiccata ed appesa ad un segnale stradale lungo la strada che da Poggio San Vicino conduce a Cupramontana. «Quasi certamente il povero animale è finito in una delle innumerevoli trappole illegali disseminate sul nostro territorio, spesso anche in modo visibile a tutti, e poi è stata appesa per il collo al cartello stradale dai bracconieri – dice in una nota Danilo Baldini, delegato della sezione marchigiana della Lega per l’abolizione della caccia – Si tratta quindi di un chiarissimo messaggio indirizzato sia alle forze dell’ordine, per ostentare la loro assoluta sicurezza di restare impuniti, e sia all’opinione pubblica ed alla politica, guarda caso alla vigilia di elezioni politiche importantissime per il nostro Paese, per dimostrare che, se non ci pensano i politici ed amministratori a fare delle leggi restrittive contro lupi, volpi, cinghiali, ci pensano poi loro a farsi “giustizia” da soli. Il territorio di Poggio San Vicino non è nuovo a questi spregevoli atti di bracconaggio – sottolinea Baldini –   Infatti, qualche mese fa vennero ritrovati i resti di un lupo dotato di radio collare, chiamato “Cosmo”, del quale i ricercatori seguivano da tempo gli spostamenti sul territorio nazionale, proprio nella zona tra Poggio San Vicino e Pian dell’Elmo, dove come Lac Marche abbiamo proposto da tempo la creazione di un corridoio faunistico protetto tra la Riserva Naturale di San Vicino e Canfaito ed il Parco Naturale di Frasassi e Gola della Rossa, con lo scopo di permettere in sicurezza gli spostamenti della fauna selvatica, come il lupo, tra le due aree protette. Ricordiamo che per questo progetto è stata presentata un’apposita proposta di legge in Regione, attualmente all’esame della Commissione Ambiente. Tornando al fatto della volpe impiccata – conclude Baldini – come Lac Marche chiediamo ai Carabinieri Forestali di fare indagini sull’accaduto e di risalire agli autori del vile atto».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X