facebook rss

Fermata con il sospetto
di aver rubato, finge di non capire
l’italiano: denunciata 25enne

FABRIANO - Secondo gli agenti del Commissariato di Fabriano la ragazza sarebbe l'autrice di svariati furti in appartamento. Qualche mese fa, poi, avrebbe promesso un rapporto sessuale a pagamento ad un anziano e durante le effusioni in auto gli avrebbe sfilato la catenina e un bracciale in oro
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

Una 25enne, di origini romene è stata denunciata per furto aggravato dai poliziotti di Fabriano, diretti del commissario capo, Sandro Tommasi. Avrebbe commesso diversi furti in appartamenti nel comprensorio per un bottino complessivo di svariate migliaia di euro. Ma su di lei si indaga anche per ricostruire la sua rete relazionale. Qualche mese fa, proprio come una sua connazionale, avrebbe promesso un rapporto sessuale a pagamento ad un anziano e durante le effusioni in auto gli avrebbe sfilato la catenina e un bracciale in oro. La ragazza è stata rintracciata, ieri pomeriggio, mentre passeggiava con fare sospetto tra le palazzine di viale Stelluti Scala. Agli agenti ha prima dato l’impressione di non comprendere l’italiano, ma i poliziotti non hanno desistito e le hanno comunicato prima in italiano e poi in lingua inglese, che l’avrebbero accompagnata presso la centrale di via Dante per ulteriori accertamenti. In quel momento la donna, con una pronuncia italiana quasi perfetta, ha riferito di essere arrivata con il treno in città per una visita turistica, affermazione improbabile visto, tra le altre cose, il curriculum criminale della giovane che annoverava denunce ed arresti per furti sia in abitazione che con destrezza, ricettazione ed estorsione.

Sono in corso ulteriori approfondimenti da parte delle forze dell’ordine: in particolare si sta cercando di scoprire la rete di rapporti che la donna aveva instaurato con persone della zona già monitorate dalla polizia e denunciate per reati predatori ed eventuali complici che la stavano spalleggiando al momento del controllo da parte della polizia. Il sospetto è che possa essere complice, tra le altre cose, di una sua connazionale dedita a furti con destrezza a danni di anziani del territorio. In particolare, lo scorso mese di giugno, il Commissariato di Fabriano ha arrestato una sua connazionale di 21 anni per furto ed estorsione ai danni di un residente di 63 anni che, dopo aver pattuito un rapporto sessuale, era stato fotografato in maniera improvvisa nelle parti intime per essere ricattato con la richiesta di 200 euro e che si era visto sottrarre, senza accorgersene, 100 euro in contanti.

La 25enne, infatti, con analogo modus operandi, qualche mese fa, aveva circuito un anziano e dopo aver concordato un rapporto sessuale a pagamento all’interno dell’auto, gli aveva sottratto, con la stessa tecnica, una catenina e un bracciale in oro. I controlli avvenuti nei giorni scorsi rientrano nel potenziamento disposto dal questore di Ancona, Oreste Capocasa che, grazie al Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha disposto l’invio sul Fabrianese di più uomini e mezzi. La 25enne è stata allontanata dal territorio comunale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X