facebook rss

Sommergibili, portaerei e veliero:
il fiore all’occhiello
della Marina è in porto

ANCONA – Curiosità per l’ingresso nello scalo delle navi militari, anticipo della festa spettacolare di lunedì 11 giugno. Da giovedì 7 giugno sono tutte visitabili e aperte al pubblico
Print Friendly, PDF & Email

L'incrociatore portaeromobili STOVL Giuseppe Garibaldi, matricola C 551, è un'unità della Marina Militare che prende il nome dal generale del Risorgimento Giuseppe Garibaldi.

Pubblicato da Corpo dei Piloti del porto Ancona su mercoledì 6 giugno 2018

Garibaldi e Palinuro “a confronto” nel porto

 

Colossi del mare e della tecnologia in mostra nel porto di Ancona, accendono la curiosità il fiore all’occhiello della Marina italiana che da oggi fa mostra di sé nella parte storica dello scalo. Alle 13.20, l’imponente portaerei Garibaldi ha sfilato davanti alla lanterna rossa del molo nord, aiutata dai rimorchiatori Musone e Elisabetta e sotto la guida dei piloti del porto di Ancona guidati dal comandante Augusto Selva. Manovre chirurgiche per ormeggiare questo gigante nel porto antico e ormeggiare alla banchina 4. Nel pomeriggio la Garibaldi è stata raggiunta dai sommergibili Romei e Venuti e dalla fregata Rizzo. Martedì era stata invece il veliero scuola Palinuro ad anticipare la flotta. Da giovedì 7 giugno a lunedì 11 giugno saranno tutti visitabili, mentre martedì 12 e mercoledì 13 giugno resteranno aperti al pubblico solo nave Galatea e pattugliatore Borsini. Garibaldi, Palinuro e sommergibili Romei e Venuti saranno visitabili dalle 11.30 alle 13 e di nuovo dalle 17 alle 20 nei giorni 7, 8 e 9 giugno. Domenica 10 giugno visite solo il pomeriggio dalle 14 alle 20, lunedì 11 giugno dalle 14.30 alle 20. La nave oceanografica Galatea e il pattugliatore Borsini saranno di nuovo visitabili martedì 12 giugno e mercoledì 13 giugno dalle 9.30 alle 12.30 e poi dalle 15 alle 19. La flotta è schierata per la celebrazione di lunedì 11 giugno dell’annuale giornata della Marina militare, che quest’anno cade nel centenario dell’impresa di Premuda. Si ricorda la missione del 9 giugno 1918, quando il capitano Luigi Rizzo e il guardiamarina Giuseppe Aonzo partirono da Ancona a bordo di due motoscafi Mas per affondare la corazzata austriaca Santo Stefano al largo della Dalmazia. Lunedì 11 giugno il clou della cerimonia, ad aprire la celebrazione alle 10.45 sarà l’arrivo in elicottero della massima autorità invitata, che dovrebbe essere quasi certamente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Solo sabato si avrà l’ufficialità della presenza di Mattarella. Il capo dello Stato salirà a bordo della nave Galatea e passerà in rassegna a mare la flotta, per poi sbarcare alla banchina due e raggiungere le autorità sul palco allestito al molo Rizzo. Alle 11 è previsto il lancio di paracadutisti con ammaraggio proprio nello specchio d’acqua antistante l’Arco Clementino e al molo Rizzo. Il Comune di Ancona e la Regione Marche consegneranno agli equipaggi dei sommergibili le bandiere di combattimento, i due vessilli tricolore da difendere in mare, con la cerimonia del giuramento.

(foto Giusy Marinelli, video pubblicato dai piloti del porto)

Flotta in porto e festa show per la Marina militare Aspettando Mattarella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X