facebook rss

Nuovi asfalti, ristrutturazione
di San Silvestro
e della chiesa di Montoro

OSIMO - Approvate ieri sera in consiglio comunale, quasi all'unanimità, le variazioni al programma delle opere pubbliche 2018-2020. Presto operai al lavoro in via via Monteragolo, via Sbrozzola, via Corticelli, via De Gasperi e via Molino Mensa
mercoledì 13 giugno 2018 - Ore 15:35
Print Friendly, PDF & Email

La sala Gialla, i banchi della maggioranza

Il sindaco Simone Pugnaloni

La Sala Gialla approva le variazioni di bilancio al piano delle opere pubbliche 2018-2020 del Comune di Osimo, in parte destinate a finanziare i nuovi asfalti. Nell’elenco, tra le opere con costi superiori di ai 100mila euro, ieri sera in consiglio comunale, è stata inserita una struttura temporanea per garantire l’attività di culto nella chiesa di Montoro, come previsto dall’Ufficio speciale per la ricostruzione post sisma con copertura di fondi regionali, sono state riscritte la ristrutturazione della chiesa di San Silvestro (con avanzo vincolato) a seguito dei danni da sisma ma con fondi che arrivano da assicurazione e la realizzazione dell’auditorium dell’ex cinema Concerto perché è stato modificato il cronoprogramma e quindi 150 mila euro stanziati dalla Regione Marche sono stati spostati nel 2018 e 250mila euro nel 2019. “Abbiamo poi inserito altri 120mila euro per la manutenzione della strade. – ha spiegato all’aula il sindaco Simone Pugnaloni – A chi sostiene che non abbiamo investito nelle strade, dico che magari ci abbiamo messo un po’ di mesi in più a far partire i lavori. Adesso però, proprio in questi giorni stiamo partendo con gli asfalti di via dell’Industria non asfaltata dal 1982. Lo facciamo per i tanti osimani che lavorano in quella zona. Che mi hanno insultato, che mi hanno scritto per sapere perché mai non partivano i lavori. Dovevamo partire nel settembre 2017 ma c’è stato un ricorso tra le prime due ditte arrivate in graduatoria per la gara d’appalto. Adesso andiamo a iscrivere a bialncio altri 120 mila euro oltre ai 185mila euro ed i 135mila euro che erano già compresi per la manutenzione stradale. Asfalteremo anche strade secondarie come via Monteragolo o via del Tesoro. Prossimi obiettivi, via Sbrozzola, via Corticelli, via De Gasperi e via Molino Mensa. I fondi sono quelli che sono, cerchiamo di fare il massimo. Il resto dell’avanzo in conto capitale, insomma, abbiamo deciso di investirli in piccole opere ascoltando la voce dei cittadini, dei quartieri e dei singoli consiglieri che rappresentano i territori. Stiamo cercando di fare del nostro meglio e quest’anno vogliamo dare visibilità ai piccoli interventi, segnalati anche tramite sms. Spero inoltre di poter soddisfare l’obiettivo di realizzare la rotatoria di Osimo Stazione sulla statale 16, Per la prossima primavera vorrei tagliare il nastro”.

La consigliera Maria Grazia Mariani

Il parlamentino cittadino ha votato quasi all’unanimità il punto, Quasi tutte le minoranze si sono infatti allineate alla proposta della maggioranza (voto favorevole Liste civiche, astenuti Comunità e Territorio e M5S). Tutte meno la capogruppo del Gruppo Misto, Maria Grazia Mariani. “Per una volta che il consiglio comunale ha votato quasi all’unanimità il piano degli investimenti che prevede milioni di euro da riversare sul nostro territorio. – ha osservato il sindaco Pugnaloni – nico voto contrario quello della consigliera Mariani. Ciò significa che la consigliera Mariani vota contro 7 milioni di investimenti per la città di Osimo che si sono realizzati e che finiremo di realizzare entro fine legislatura”. “Ho votato contro le variazioni al piano delle opere pubbliche – ha replicato la consigliera Mariani – perché il sindaco Pugnaloni finanzierà questi piccoli lavori di manutenzione attingendo dai soldi entrati nella casse comunali con la vendita delle azioni di Astea Energia. E’ come se una famiglia vendesse la casa di sua proprietà spendendo gli introiti per andare a comperare vestiti o scarpe. A mio giudizio sono interventi spot che non sono inseriti in una visione globale del territorio e che serviranno solo ad accontentare qualcuno. Sarebbe stato più utile puntare a realizzare un’opera davvero strategica per la città. Non entro poi nel merito della questione dell’auditorium. Continuiamo a modificare gli atti, a procrastinare le date e ancora non arriviamo ad un punto fermo”. Nel corso della seduta è stato anche approvato il progetto del nuovo metanodotto Falconara-Recanati che attraverserà il territorio comunale di Osimo.

Metanodotto, il progetto passa con i voti della maggioranza

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X