facebook rss

L’amicizia a supporto di chi lotta
contro il dolore: una cena
per il reparto di Oncologia del Salesi

SOLIDARIETÀ -  Tra interventi, tubi, rianimazione, terapie, capelli, nausea, c'è un sollievo che si può donare ai bimbi ricoverati nel Centro di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Salesi di Ancona. E l'Associazione Raffaello è nata per questo
Print Friendly, PDF & Email

 

di Nunzia Eleuteri

La solidarietà è un valore inestimabile e un grande supporto in un mondo che ci pone troppo spesso di fronte a sfide difficili. Come è accaduto a Nazzarena, mamma di Raffaello, bimbo scomparso più che prematuramente, pochi anni fa, a causa di un neuroblastoma. Una serie di sofferenze da affrontare con coraggio per lottare contro la morte: intervento, tubi, rianimazione, l’oncologo, le terapie, i capelli, la nausee. È questo il suo racconto di quei terribili momenti in ospedale di cui resta un unico ricordo bello tra tanto dolore: nei pochi momenti di sollievo, il sorriso di suo figlio e di altri bimbi ricoverati.

E da questo Nazzarena ha trovato la forza di reagire: investire tutte le sue energie per dare ai bimbi ricoverati in oncologia la possibilità di sorridere, di divertirsi anche tra quelle strette mura. Con il marito e alcune amiche speciali, è nata così l’associazione Raffaello che organizza spettacoli, gite, viaggi e tutto ciò che possa permettere ai piccoli pazienti, ricoverati nel Centro di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Salesi di Ancona, di dimenticare la loro malattia per qualche giorno, o almeno per qualche ora.

Tra queste amiche dell’associazione anche Loretta Renzi di Porto Sant’Elpidio che a sua volta ha coinvolto altre amiche per organizzare una cena di beneficenza venerdì 22 giugno a Villa Il Cannone di Marina Palmense con la partecipazione di Riccardo Foresi e la sua “That’s Amore orchestra” per una serata spettacolo.

«Ho conosciuto l’associazione Raffaello pochi anni fa – racconta Loretta – proprio in occasione di cene di beneficenza. Ho voluto approfondire e sono andata in reparto con Nazzarena, la fondatrice, per iniziative natalizie e per la festa della mamma. Ho vissuto in prima persona una realtà che non conoscevo e ho potuto toccare con mano la validità delle attività svolte a supporto delle famiglie che vivono questi momenti drammatici. Una gita dopo una chemioterapia, brandine per le mamme che devono dormire in ospedale, una casa a disposizione per i familiari che devono fermarsi per lunghi periodi… Insomma sono veramente tante le attività che l’associazione svolge. La degenza è lunga e particolare, spesso prevede anche l’isolamento. Si cerca perciò di alleggerire il più possibile la situazione».

Loretta Renzi ha così chiesto alle amiche, Paola Fava, Alessandra Malaspina, Barbara Tanucci e Filomena Varlotta di aiutarla ad organizzare la cena spettacolo a Villa Il Cannone prevedendo un contributo di 50 € a persona. 

Per info e prenotazioni Loretta: 338 2794928

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X