facebook rss

“Non voglio mica la luna”,
boom di domande per il casting
della wedding web serie

ASCOLI - Il progetto ideato dai Piceni Art for Job ha l'obiettivo di lanciare il territorio come meta ideale anche per i matrimoni. Tra le location scelte c'è anche Castelfidardo
Print Friendly, PDF & Email

Il wedding internazionale come risorsa per il turismo marchigiano. E’ la nuova sfida del consorzio Piceni Art For Job che è pronto a scommettere su una web serie che già sta registrando un enorme successo in quanto a domande di partecipazione per diventare attori. 

LA SFIDA  – Nei suoi ultimi progetti di promozione del territorio, dei prodotti e delle risorse delle Marche, Piceni Art For Job si è infatti concentrato in maniera importante su questo tema, a partire dalla formazione professionale, fino al suo impegno nella creazione di una rete di operatori specializzati che offrano servizi e produzioni innovative, su misura e creative nel campo dei matrimoni. Sia nel mettere a punto nuove soluzioni per una promozione coordinata del territorio marchigiano, anche attraverso forme molto contemporanee e social, come può essere quella di una serie web, totalmente incentrata sul tema del matrimonio e sulle Marche come destinazione di matrimoni internazionali. 

Ecco quindi la serie web “Non voglio mica la luna”, ultima nata in casa Art For Job, un progetto selezionato e supportato dalla Marche Film Commission e dalla Regione Marche, e patrocinato dal Comune di Offida.

I casting si svolgeranno dal 29 Giugno al 1 Luglio 2018 ad Ascoli Piceno, presso la Cartiera Papale, Via della Cartiera,1. Gli interessati possono inviare richiesta (scaricando apposita scheda di adesione dal www.nonvogliomicalaluna.it – Casting Call), allegando curriculum e foto, a questo indirizzo e-mail

LA TRAMA – In breve la trama della serie web, che si articola in sei episodi, coinvolgenti e ricchi di stravolgimenti e colpi di scena. Sibilla e Tom sono due giovani innamorati alla vigilia delle nozze: mancano cinque giorni alla cerimonia civile che celebrerà la loro unione. A Offida, paese natale di lei, sono già arrivati gli inglesissimi parenti e amici stretti dello sposo, amanti della cultura italiana ed intenti a scoprire le bellezze della regione che li ospita. Le Marche.

Tom, meticoloso pianificatore, costantemente orientato verso il pieno controllo di ogni situazione, ha accuratamente predisposto tutto per il grande giorno. Ma non si può prevedere l’inimmaginabile. La sposa esordisce con una richiesta sul filo dell’assurdo: bisogna cambiare matrimonio, non più un matrimonio civile ma un matrimonio religioso. Sibilla, le cui richieste possono sembrare eccessive e capricciose, in realtà deve risolvere un complesso puzzle.

Tra le principali location delle Marche scelte per i sei episodi della serie web: Offida, San Benedetto del Tronto, i Sibillini, Montefalcone Appennino, Castelfidardo e Urbino. La villa del matrimonio di Sibilla e Tom sarà il Borgo Storico Seghetti Panichi (Castel di Lama). Tra i partner del progetto: l’azienda vitivinicola Ciù Ciù e Osteria Cantina Offida. 

IL WEB  – La serie web sarà visibile e diffusa online in particolar modo su YouTube e sulla web TV Piceni.tv – la cui programmazione è caratterizzata da video-reportage sul territorio (italiano/inglese), cultura, arte, storia, artigianato, arte contemporanea, borghi storici, tradizioni – e nell’ambito del portale di promozione turistica YouPiceno.it (italiano/inglese). La promozione del territorio marchigiano portata avanti attraverso la serie web, la vedrà protagonista anche in festival e fiere del settore.

Piazza del Popolo (foto Vagnoni)

Il team messo in campo per la realizzazione della serie web comprende operatori specializzati che si occuperanno in toto della realizzazione del prodotto cinematografico, dal soggetto e sceneggiatura al casting e alla selezione delle location, dalle riprese al montaggio, produzione, post-produzione, distribuzione e promozione. 

In particolare, il selezionato gruppo di lavoro che compone il cast tecnico diNon voglio mica la luna”, serie web ideata e prodotta da Piceni Art For Job, comprende: gli sceneggiatori Matteo Petrucci e Alberto De Angelis, quest’ultimo anche direttore di produzione; il regista Andrea Giancarli; l’organizzatore generale Francesco Appoggetti e la Xentek per le riprese. 

L’OBIETTIVO – L’obiettivo del progetto è quindi realizzare un prodotto cinematografico, destinato ad un’ampia diffusione sul web, e che punti sul tema matrimonio come nuova fonte di valorizzazione del territorio, alla scoperta delle sue location storiche e artistiche, dalle più famose alle più particolari, innovative e nascoste, alla scoperta delle sue bellezze paesaggistiche, dalle vedute marine ai paesaggi collinari e montani, dai più dolci e romantici ai più selvaggi e inaspettati.

Il progetto vuole anche far scoprire e valorizzare un mondo di professionalità, maestranze e competenze tecniche e artistiche di alto livello che entrano in ballo nell’organizzazione di un matrimonio, concepito come un grande evento o come un appuntamento di carattere più intimo e familiare, e comunque e sempre come un momento indimenticabile.

Il borgo storico Seghetti Panichi

Il tema del wedding, più di ogni altro, riesce a rendere in maniera innovativa questo complesso insieme di ricchezze, risorse e professionalità, e al tempo stesso riesce a coniugare gli aspetti che da sempre caratterizzano l’identità del territorio marchigiano, nel suo mix unico di tradizione e innovazione, di legame con la storia e di sguardo alla contemporaneità.

Emerge il ritratto di un territorio appassionante, che sa toccare quei tasti emozionali che sono necessari in una scelta così importante come quella della location per il proprio matrimonio, e pronto ad essere coinvolto in tutto sé stesso nell’organizzazione di un grande evento, offrendo la propria speciale accoglienza agli sposi e ai loro ospiti, in uno dei momenti più importanti della vita.

Alla conferenza stampa di presentazione della serie web “Non voglio mica la luna” interverranno Anna Casini, vicepresidente Regione Marche, Marche Film Commission, Gino Sabatini presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Valerio Lucciarini sindaco di Offida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X