facebook rss

Manoscritti di Nicolò Bonanni
ritrovati a Cupra, l’omaggio della città

JESI - Il 30 giugno nella Chiesa di San Lorenzo di Cupramontana è in programma il concerto debutto dell’Astral Ensemble di musica antica, che riporta alla luce gli spartiti originali del compositore Don Niccolò Bonanni, maestro di Gaspare Spontini
Print Friendly, PDF & Email

I manoscritti ritrovati.

 

di Talita Frezzi

Preziosi e rari spartiti musicali originali con musiche sacre composte dall’autore Nicolò Bonanni, sono stati rinvenuti grazie all’impegno di un socio dell’archeoclub di Cupramontana Aldo Cerioni e il maestro Cristiano Delpriori. Il materiale, in buono stato di conservazione, si trovava nella biblioteca di Cupramontana, lascito della famiglia Dottori che fra i suoi antenati ebbe Otorino Dottori uno dei più longevi direttori della banda musicale del paese, che diresse dal 1906 al 1950.
«Dottori lasciò al figlio Delfo i manoscritti che all’epoca facevano parte del repertorio della banda e che risulta non siano stati mai più suonati − afferma il sindaco di Cupramontana Luigi Cerioni − poi Cristiano Delpriori si è adoperato alla trascrizione dei brani, che seppure sbiaditi dal tempo, erano ancora intatti e utili come materiale per poter partire nella ricerca e aprire una finestra sulla musica antica originaria del nostro territorio».  Bonanni nato a Fabriano spese tutta la sua vita a Cupramontana dove fra l’altro, insegnò a suonare a Gaspare Spontini. Il ritrovamento costituisce un valore importante per il paese, che ora intende celebrare ad hoc il suo figlio illustre.  «Questo repertorio inedito verrà suonato nel concerto del 30 giugno presso la Chiesa di San Lorenzo a Cupramontana dall’Astral Ensemble, orchestra di musica antica ideata e diretta dal maestro Cristiano Delpriori sotto la direzione di Astralmusic di Castelplanio», spiega il sindaco. Il repertorio del concerto è incentrato sulle composizioni dell’autore Bonnani, con un inserimento del maestro Spontini. I brani in esecuzione di genere musica sacra sono: “Sonata solo organo”, “Kirie”, “Tedeum” di Niccolò Bonanni e “Motetto” di Gaspare Spontini.

«Il valore aggiunto del concerto − sottolinea il maestro Delpriori − è l’uso di strumenti musicali antichi insieme al Coro di musica sacra Vox Poetica di Fermo. Dirige il concerto il M° Giulio Fratini, mentre la serata sarà presentata dal professor Paolo Peretti, musicologo. Nell’ensemble suoneranno il responsabile del dipartimento di musica antica del Conservatorio di Cagliari Attilio Motzo violinista e due dei suoi migliori allievi. La loro presenza segna l’inizio della collaborazione fra il Conservatorio di Cagliari e l’Accademia artistica Astralmusic Academy».
L’obiettivo di questo concerto è di rivalutare e far conoscere l’autore Bonanni e le sue opere insieme ad un pezzo del nostro patrimonio culturale. L’evento, cui la cittadinanza è invitata, è sostenuto da Archeoclub Cupramontana, Comune di Cupramontana, Comune di Maiolati Spontini, Museo Gaspare Spontini, Fondazione Pergolesi Spontini, Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Cagliari, Astralmusic, Banda Musicale di Cupramontana, Proloco di Cupramontana, Parrocchie di Cupramontana. «È importante valorizzare il patrimonio culturale e artistico che abbiamo sotto casa − aggiunge l’assessore alla Cultura di Maiolati Spontini Sandro Grizi −, sarà la prima di una lunga serie di azioni cui collaboreremo». Nell’annunciare il concerto del 30 giugno, il sindaco di Cupramontana ha parlato anche del progetto di riportare all’antico splendore il teatro di Cupra, dando il via a una serie di eventi che mettano la cultura al centro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X