facebook rss

Ultimo appuntamento con
Ancona Jazz Summer Festival

EVENTI - Due le esibizioni per l'ultima serata della rassegna, prevista per mercoledì 18 luglio: alla Mole si esibirà il pianista polacco Kuba Stankiewicz con Plays Bronislaw Kaper, Victor Young & Henryk Wars. Spazio poi al diciassettene organista americano e non vedente Matthew Whitaker
martedì 17 Luglio 2018 - Ore 17:21
Print Friendly, PDF & Email

Whitaker

La quindicesima edizione di Ancona Jazz Summer Festival giunge al termine con un doppio appuntamento: domani, mercoledì 18 luglio, saliranno sul palco della Mole Vanvitelliana il pianista polacco Kuba Stankiewicz, nell’ambito delle manifestazioni a ricordo della liberazione di Ancona, con Plays Bronislaw Kaper, Victor Young & Henryk Wars,  e a seguire il trio del giovanissimo fenomeno musicale del momento, il diciassettene organista americano e non vedente Matthew Whitaker.
A cinquantaquattro anni, Kuba Stankiewicz è considerato non soltanto uno dei migliori pianisti jazz di Polonia, ma anche d’Europa e del mondo, in virtù di intensi studi, sul finire degli anni ’80, alla Berklee School di Boston e a lunghe frequentazioni della scena americana. Profondo conoscitore della tradizione musicale polacca, sia classica sia contemporanea, Stankiewicz si è particolarmente distinto negli ultimi anni per realizzazioni discografiche rivolte alle composizioni di autori polacchi quali Bronislaw Kaper (creatore di standard come “On Green Dolphin Street” e “Invitation”) e Victor Young (“My Foolish Heart”, “Stella By Starlight”, “Love Letters”, “When I Fall In Love”, “Johnny Guitar”). Nel 2017 è uscito un terzo cd dedicato alla musica di Henryk Wars, autore di numerose colonne sonore per film polacchi e poi americani, realizzato in trio con Peter Erskine alla batteria. Altre sue collaborazioni prestigiose sono accanto a Scott Hamilton, Sheila Jordan, Harvie S. e Art Farmer (“Art in Wroclaw”).  La formazione: Kuba Stankiewicz, pianoforte; Giuseppe Bassi, contrabbasso; Giovanni Scasciamacchia, batteria. Concerto in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma, il Consolato Onorario della Repubblica di Polonia in Ancona e l’Associazione Italo-Polacca delle Marche, in occasione del ricordo della liberazione di Ancona avvenuta il 18 luglio 1944.

A seguire si esibirà il trio di Matthew Whitaker. Ha compiuto diciassette anni ad aprile, è non vedente dalla nascita ed è un virtuoso dello strumento. Un talento superiore, dotato di orecchio assoluto e che già a tre anni era in grado di suonare una melodia solo dopo averla ascoltata una volta. Ha frequentato studi specifici di pianoforte, per poi passare ad altri strumenti, fra cui l’organo, di cui è ora uno dei massimi esponenti della scena internazionale. Influenzato da Jimmy Smith, Joey De Francesco, ma anche Art Tatum, Oscar Peterson, Barry Harris e Erroll Garner, Matthew ha già inciso un disco al fianco di jazzisti del calibro di James Carter, Christian McBride, Melissa Walker e Sammy Figueroa, ed effettuato numerosi tour in Europa, Asia e Medio Oriente. Insieme con i suoi due abituali accompagnatori, Matthew Whitaker regalerà al pubblico una serata colma di emozioni, swing e calore interpretativo. La formazione: Matthew Whitaker, organo Hammond, tastiere; Edward Morcaldi, chitarra; Sipho Kunene, batteria. Inizio ore 21.15, posto unico numerato € 15,00 / ridotto € 12,00. Riduzione: giovani fino a 26 anni, soci MJN, soci ARCI, soci COOP, soci FAI. A ogni biglietto va aggiunto il diritto di prevendita fisso di € 1,50. In caso di maltempo: Teatro delle Muse. Prevendite: Casa Musicale, corso Stamira 68, Ancona (qui è possibile anche sottoscrivere la MJN card per il 2018) e online su www.vivaticket.it.

Ultima giornata domani anche per visitare, nelle sale espositive della Mole Vanvitelliana, dal 6 al 18 luglio, la mostra David Stone Martin “Covers” & Ancona Jazz Memorabilia.  Orari: dalle 19 alle 21.30. Ingresso libero e gratuito.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X