facebook rss

Cosmo porta ad Ancona
il suo Cosmotronic:
«Voglio sorprendermi e sorprendere»

CONCERTO - Dopo aver fatto ballare i principali superclub di tutta Italia, l'artista arriva in città con il suo tour estivo nelle location all'aperto. Con Lui si chiude l'edizione numero 12 di Spilla
Print Friendly, PDF & Email

Cosmo

 

Dopo aver fatto ballare i principali superclub di tutta Italia Cosmo arriva alla Mole di Ancona, protagonista dell’ultimo appuntamento live di Spilla 2018, venerdì 20 luglio. Porta in scena il ultimo lavoro: “Cosmotronic”, pubblicato a gennaio 2018 via 42 Record’s e che contiene le hit “L’ultima festa”, “Sei la mia città”, “Turbo” e l’ultimo singolo “Quando ho incontrato te”, uno dei brani più trasmessi dalle radio italiane con oltre un milione di stream.
Da tutti considerato “il miglior live del momento”, quello di Cosmo è uno show particolarissimo, enfatizzato anche da un set up di luci molto diverso e lontano da quello dei normali concerti pop.
«La prima parte del tour è andata molto bene − ha affermato l’artista −: il pubblico ha risposto con molto entusiasmo e l’ho percepito sia dal vivo che dai social. E anche i media hanno dimostrato molto interesse, soprattutto le radio. I miei live sono proprio come li desideravo, l’aria che si respira nelle piazze è frizzante e piena di carica emotiva. I concerti sono potenti e questo è – almeno per metà – merito del pubblico. Con il mio pubblico, infatti, so che posso osare durante i live perché vengono ai miei concerti concedendomi libertà e molta fiducia. Non voglio necessariamente essere un’avanguardista, ma mi piace sperimentare e sentirmi libero e stimolato. Voglio sorprendermi e sorprendere, voglio fare cose belle e vorrei continuare a farlo in futuro. Per il futuro mi auguro di mantenere quanto più possibile il controllo sui miei progetti e stupire sempre di più anche con qualcosa di diverso da ciò che ho realizzato in precedenza. Inoltre − continua il cantante − è la prima volta che mi metto alla prova suonando la mia musica al di fuori dei club e devo dire che mi sembra funzionare molto bene anche all’aperto. E il tour estivo, me lo sta dimostrando con ottimi risultati. Tutti questi live, in aggiunta, mi hanno dato più fiducia in me stesso e nelle mie capacità. Mi chiedo ancora prima di salire se ce la farò, ma sempre con meno ansia. Voglio portare il più possibile la mia musica in giro per l’Italia − aggiunge ancora − per far capire al grande pubblico che esistono belle canzoni in grado di trasmettere emozioni anche se non sono suonate con piano e chitarra. Devo dire che negli ultimi anni la musica italiana si è molto avvicinata a quella elettronica, e forse anche io faccio parte di questa torsione. In Cosmotronic ho voluto unire proprio questi due mondi attraverso djset, brani strumentali e parole ed estremizzato quello che già avevo composto in precedenza. Ho voluto indagare la ricchezza dei suoni, senza freni e regole. Per i prossimi progetti ho intenzione di proseguire in questo senso e spingermi sempre più in là».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X