facebook rss

Minacce e botte per la spesa
gratis, il 48enne arrestato:
“Non ho picchiato il negoziante”

FALCONARA - L'uomo accusato di estorsione e lesioni personali aggravate si è difeso davanti al giudice durante l'interrogatorio di garanzia che si è tenuto a Montacuto. Istanza di scarcerazione presentata dalla difesa
venerdì 10 Agosto 2018 - Ore 16:50
Print Friendly, PDF & Email

Il momento dell’arresto del 48enne

 

“Non ho mai preteso la spesa gratis, l’unica volta che sono andato al market ho pagato regolarmente”. Si è difeso così durante l’interrogatorio in carcere il 48enne falconarese di origine rom ammanettato lo scorso mercoledì dai carabinieri della Tenenza con le accuse di estorsione a lesioni personali aggravate, contestate dopo la denuncia sporta da un egiziano di 37 anni. L’uomo, titolare di un market di frutta e verdura di via XX settembre, sarebbe stato costretto a cedere alla pretese di spesa gratis del rom sotto minaccia per poi essere picchiato selvaggiamente da lui e da tre complici al rifiuto si continuare a sottostare al ricatto. A Montacuto, questa mattina il 48enne ha rigettato davanti al gip Carlo Cimini, firmatario dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ogni contestazione. “Non sono coinvolto nel pestaggio” ha detto l’uomo, difeso dall’avvocato Pietro De Gaetani. “Al negozio sono andato solamente una volta ed ho regolarmente pagato, senza pretendere la merce gratis” ha continuato. La difesa ha presentato istanza di scarcerazione. Su questo punto, il giudice si è riservato.

Botte e minacce: “Dammi la spesa gratis o do fuoco al negozio”: 48enne finisce a Montacuto

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X