facebook rss

Tentano di rubare gasolio dal trattore,
il cane abbaia
e tre giovani finiscono nei guai

FABRIANO - Tre ragazzi di 20, 22 e 25 anni tutti fabrianesi, due dei quali fratelli, sono stati denunciati dai Carabinieri di Fabriano per tentato furto
venerdì 17 Agosto 2018 - Ore 13:21
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

di Talita Frezzi

Il fatto è accaduto un paio di settimane fa ma i Carabinieri hanno appena concluso le indagini, che hanno permesso di individuare e denunciare tre ragazzi di Fabriano rispettivamente di 20, 22 e 25 anni, tutti noti alle forze di polizia per consumo di sostanze stupefacenti. I ragazzi sono stati denunciati per tentato furto in concorso. Due settimane fa, in piena notte nella frazione di Cancelli, l’abbaiare esasperato di un cane sveglia il padrone di casa, un agricoltore proprietario di un podere agricolo. L’uomo, affacciato alla finestra, scorge delle sagome di tre persone che scappavano scavalcando il recinto. Immediatamente avvisa il 112 e va a controllare in garage. Si accorge che è stato manomesso il serbatoio del suo trattore, accanto al quale ignoti avevano abbandonato una tanica (della capacità di 30 litri di liquido), un tubo e un imbuto. Con ogni probabilità, quelle tre sagome volevano rubare il gasolio dal trattore, ma erano stati messi in fuga dal cane. I Carabinieri della Compagnia di Fabriano hanno subito avviato le indagini del caso e durante una perlustrazione del territorio, si erano imbattuti in un ragazzo che passava a piedi non lontano dalla casa dove era avvenuto il tentato furto. Identificato il giovane era apparso estraneo ai fatte e, almeno in un primo momento, i militari avevano escluso il suo coinvolgimento. Ma nel corso delle indagini è emerso che l’agricoltore quel ragazzo lo conosceva: qualche giorno prima era andato a chiedergli del gasolio perché era rimasto a piedi con la macchina e l’agricoltore lo aveva aiutato di buon grado. Così i Carabinieri lo hanno sentito di nuovo, con domande sempre più pressanti di fronte alle quali il ragazzo, messo alle strette, ha vuotato il sacco. Così gli investigatori sono arrivati anche agli altri due che hanno ammesso come quei pochi soldi in tasca servivano loro per acquistare le dosi per uso personale, quindi non avevano i soldi per il gasolio, ma la macchina gli serviva. Sono così scattate le denunce per tentato furto in concorso tra loro.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X