facebook rss

Galleria A14 riaperta anche a mezzi pesanti
Finisce un incubo durato due settimane,
ma i lavori continueranno

VIABILITA' - A dare l'annuncio è stato Gianni Marrone, direttore VII Tronco di Società Autostrade: «Questo segna la fine della messa in sicurezza e ripristino del tunnel danneggiato dall’incendio del 23 agosto. Non si dovrà più ricorrere all’obbligo di uscita a Pedaso per il traffico pesante, ma neanche ai blocchi temporanei»
venerdì 7 Settembre 2018 - Ore 13:06
Print Friendly, PDF & Email

di Maria Nerina Galiè

«Alle ore 10,40 di venerdì 7 settembre la galleria Castello di Grottammare della carreggiata sud della A14 è stata riaperta al transito di tutti i mezzi, compresi quelli pesanti ed eccezionali». Ad annunciarlo è Gianni Marrone, direttore VII Tronco di Società Autostrade che poi spiega: «Questo segna la fine della messa in sicurezza e ripristino del tunnel gravemente danneggiato dall’incendio del 23 agosto scorso. Vuol anche dire che non si dovrà più ricorrere all’obbligo di uscita a Pedaso per il traffico pesante, ma neanche ai blocchi temporanei».

Il “mini tunnel”, come anticipato nei giorni scorsi, è stato alzato fino a 5,20 metri e, sebbene vi si viaggia ancora su una sola corsia, è stato anche allargato. Tir e autobus non saranno più obbligati a lasciare l’autostrada ed intasare quindi i centri abitati attraversati alla Statale Adriatica. Come era invece accaduto lo scorso fine settimana ed lunedì 3 settembre, quando la circolazione in galleria era consentita soltanto ad auto e furgoncini con altezza inferiore a 4,10 metri e peso al di sotto delle 7,5 tonnellate.

«La galleria – continua Marrone – rimarrà aperta tutti i week end ed il lunedì successivo, ad esclusione della notte, quando si continuerà a  lavorare nel suo interno. Sarà chiusa anche dal martedì al venerdì. Ma sia chiaro, non faremo uscire più nessuno dall’autostrada. Nei giorni e nelle fasce orarie di chiusura, si tornerà alle corsie alterne con scambio di carreggiata sulla nord. Il nostro intento è di limitare al massimo i disagi ai alla popolazione fino alla definitiva sistemazione della galleria Castello. Occorrerà un mese e mezzo al massimo».

Gli utenti della A14 ed i residenti del litorale adriatico del piceno e del fermano sono stati “ostaggio” per più di 15 giorni dei danni provocati dall’incendio di un camion all’interno del tunnel autostradale che scorre sotto il vecchio incasato di Grottammare. Un incidente, come può capitare su una strada qualsiasi, che però è sfociato in emergenza poiché la sfortuna ha voluto che accadesse in concomitanza con il controesodo.  Disagi e ingorghi su statale e autostrada sono stati gli indiscussi protagonisti del week end da bollino rosso. L’eccezionalità dell’evento ha richiesto inoltre un enorme impiego di risorse umane, e quindi economiche. Forze dell’ordine locali e provinciali insieme al personale sanitario hannp presidiato per giorni tutta la zona interessata che si è estesa, nei giorni peggiori, fino ad Ancona.

La speranza è che l’allarme sia rientrato anche se dal martedì al venerdì sulla carreggiata nord, all’altezza della galleria Castello, ci sarà di nuovo la strettoia. Di conseguenza, possibili code. Come quelle che nei giorni scorsi, nelle ore di punta ma non per controesodo, hanno superato i 7 chilometri. Giovedì 6 settembre è stato attivato, di nuovo, il blocco temporaneo del casello di Pedaso con possibilità di rientro a Grottammare.

«In caso di particolari necessità legate all’intensità del traffico – dice ancora Marrone – la galleria Castello rimarrà aperta, anche negli orari in cui sarebbe prevista la chiusura».

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X