facebook rss

«Ha diffamato la dirigente comunale»
L’ex sindaco di Fabriano Sorci finisce a processo

ANCONA - Roberto Sorci dovrà rispondere di diffamazione a mezzo stampa per aver accusato, nel gennaio 2014, i Servizi Finanziari del Comune di aver sbagliato il calcolo dell'Iva. Il mancato versamento dell'imposta costò al primo cittadino un decreto penale di condanna. Parte civile sarà la dirigente dell'ufficio
lunedì 24 Settembre 2018 - Ore 19:06
Print Friendly, PDF & Email
L'ex sindaco di Fabriano Roberto Sorci

L’ex sindaco di Fabriano Roberto Sorci

 

In una lettera inviata a vari enti e alle testate giornalistiche aveva puntato il dito contro i Servizi Finanziari di Fabriano, giudicati responsabili di “un errore grossolano” relativo al pagamento dell’Iva da parte del Comune che presiedeva: l’ex sindaco Roberto Sorci finisce a processo. Il reato contestato dal pm Marco Pucilli è diffamazione a mezzo stampa. Parte civile in aula sarà Immacolata De Simone, dirigente di quell’ufficio preso di mira dall’ex primo cittadino. Il processo inizierà il 10 gennaio 2019. L’intera vicenda prende corpo a fine 2013, quando a Sorci – difeso dall’avvocato Maurizio Benvenuto –  viene recapitato dal tribunale un decreto penale di condanna, relativo al mancato pagamento dell’Iva “in compensazione dei mesi di maggio agosto e settembre 2008 entro il termine dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo”. Secondo l’ex sindaco, il mancato versamento era da attribuire a un errore di calcolo commesso dagli stessi Servizi Finanziari del suo Comune. Uno sbaglio che lui non avrebbe mai dovuto pagare. Proprio per far emergere la vicenda in cui era rimasto coinvolto, i primi giorni di gennaio 2014, Sorci aveva inviato una lettera all’Anci nazionale, all’Anci Marche, al Viminale e a Matteo Renzi, allora segretario del Pd. La missiva era stata poi ripresa dai giornali. E qui sarebbe scattata la diffamazione verso la De Simone. Secondo la procura, l’ex sindaco avrebbe alluso al fatto che la condanna inflitta dal tribunale fosse riconducibile direttamente alla responsabilità della dirigente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X