facebook rss

Razzia di collane d’oro
nella discoteca: denunciata la banda

FABRIANO – I carabinieri hanno trovato i ragazzi in possesso di sette collanine d’oro strappate ai loro legittimi proprietari nella confusione di un locale da ballo del centro. L’appello dei militari: “Se siete stati derubati venite in caserma a denunciare e recuperare i gioielli”
lunedì 15 Ottobre 2018 - Ore 11:58
Print Friendly, PDF & Email

La refurtiva sequestrata dai carabinieri

Dall’Emilia Romagna a Fabriano per passare un sabato notte, ma la loro serata non è stata di divertimento, bensì una vera trasferta per depredare i ragazzi di un locale del centro. Fermati con la refurtiva frutto del raid, i carabinieri di Fabriano hanno denunciato per ricettazione tre giovani emiliani di 19, 20 e 21 anni, sorpresi in possesso di sette collane d’oro dal valore complessivo di oltre tremila euro. L’indagine lampo dei carabinieri fabrianesi è scattata attorno alle tre della notte tra sabato e domenica quando, durante gli abituali controlli preventivi su strada lungo viale Zonghi i militari del radiomobile hanno fermato una Lancia Y con a bordo i tre ragazzi che arrivavano da fuori regione. Durante i controlli, i carabinieri hanno trovato un sacchetto di plastica con sette collane in oro, con le maglie strappate, ad evidenziare la loro provenienza sospetta. Messi alle strette dagli inquirenti, i ragazzi hanno cercato di giustificare quelle collanine, ammettendo comunque di essere stati poco prima in un locale del centro. Gli operatori del locale, ascoltati dai carabinieri, hanno raccontato come due giovani clienti, un 18enne e un 20enne, avessero segnalato il furto delle collane proprio durante la serata. Una volta convocati in caserma gli stessi giovani hanno descritto in modo dettagliato e riconosciuto le proprie collane che poi sono state riconsegnate loro dagli investigatori. Le due vittime hanno riferito di essersi accorti dell’ammanco mentre si trovavano nella sala da ballo in situazioni piuttosto concitate, senza però riuscire a capire chi fossero gli autori del colpo. E’ probabile che i tre abbiano messo in piedi un piano ben organizzato, con due di loro intenti ad ostacolare le ignare vittime durante il ballo, mentre il terzo era pronto a sfilare da tergo le collane quasi senza farsi accorgere, approfittando appunto della confusione. Dalle prime verifiche è emerso come gli emiliani abbiano tutti già precedenti per reati consumati comunque fuori dal territorio anconetano, a conferma di come si tratti di un gruppo itinerante. Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare i proprietari delle altre cinque collane ancora in mano agli inquirenti. I carabinieri rivolgono perciò l’appello a chiunque lo scorso weekend abbia “smarrito” la propria collana, invitando i derubati a presentarsi in caserma per denunciare l’accaduto e, magari, riconoscere i monili.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X