facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Amianto al mercato di piazza D’Armi,
spunta ancora l’eternit
negli immobili comunali

ANCONA – L'ultima perizia affidata dal Comune fa scoprire due nuove coperture da bonificare. Altre tre edifici pubblici sotto indagine
Print Friendly, PDF & Email

Il mercato di piazza d’Armi

di Martina Marinangeli

In due edifici di proprietà del Comune è stata rilevata la presenza in copertura di amianto, benché non comparissero nell’apposito Registro. Si tratta di un immobile che fa parte del mercato di piazza d’Armi e dell’ex bottega alimentari in via Circonvallazione, dirimpetto ad un altro sito che era diventato una discarica abusiva con fibre di eternit a due passi dalla Cittadella. La scoperta delle due coperture da bonificare è emerso durante le verifiche del perito Paolo Angeloni, a cui l’amministrazione ha affidato, a fine 2017, l’incarico professionale per «la revisione del censimento dello stato dell’amianto negli edifici di proprietà del Comune e la definizione degli eventuali interventi necessari al fine di evitare la dispersione di fibre di amianto nell’aria e tutelare la pubblica incolumità».  I due immobili di proprietà comunale dunque non solo sono stati inseriti nel Registro Amianto, ma al perito è stata affidato anche l’aggiornamento della valutazione sullo stato di amianto in altri tre edifici, vale a dire la scuola materna Curie in via Aspio Vecchio, il circolo ricreativo Il Gabbiano di via Volta e l’Associazione H di via Mamiani. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X