facebook rss

Inquinamento del San Sebastiano,
l’Arpam: «Nessuna anomalia»

FALCONARA - I campionamenti sono avvenuti lo scorso 24 settembre, su richiesta del Comune, dopo le segnalazioni di cattivi odori da parte dei cittadini. Il fosso è stato al centro delle indagini dei carabinieri del Noe di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

Fosso san Sebastiano

 

Le analisi effettuate dall’Arpam sull’acqua del fosso San Sebastiano «non evidenziano situazioni anomale». E’ quanto si legge nel rapporto inviato venerdì 26 ottobre dall’Agenzia regionale per l’ambiente e reso noto dall’amministrazione comunale di Falconara nel pomeriggio di oggi (29 ottobre), durante il Consiglio comunale. I campionamenti dell’Arpa Marche, di cui sono stati appena resi noti i risultati, erano avvenuti il 24 settembre scorso, su richiesta del Comune di Falconara, che aveva raccolto le segnalazioni di alcuni cittadini sulla colorazione e sull’odore anomali del corso d’acqua, nel tratto che costeggia via dell’Artigianato.

I tecnici comunali avevano effettuato un sopralluogo nell’area di via dell’Artigianato, fino all’incrocio con via del Consorzio, nel tratto che costeggia il corso d’acqua e per contenere la diffusione di eventuali sostanze avevano predisposto balle di fieno, che hanno funzionato da filtro meccanico. Era stato l’ufficio Ambiente del Comune, nella stessa giornata di lunedì 24 settembre, a richiedere l’intervento dell’Arpam. Il 25 settembre un nuovo sopralluogo era stato svolto dai carabinieri forestali del Comando stazione di Ancona, che avevano esaminato anche il tratto a monte di via dell’Artigianato senza individuare scarichi attivi. Il sindaco Stefania Signorini aveva preso l’impegno, anche nel corso di un incontro con i residenti, di comunicare i risultati delle analisi appena queste fossero arrivate e ieri l’esito degli esami è stato reso noto nel corso dell’assise civica.

Fosso San Sebastiano maleodorante e ‘colorato’: sopralluogo di Arpam e Forestali

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X