facebook rss

È il giorno del dolore:
lutto cittadino a Senigallia,
eventi e partite annullati

CORDOGLIO e attestazioni di affetto da tutte le città delle Marche. Il sindaco Mangialardi: "Cancellate le iniziative natalizie e spente le luminarie". Durante la visita ai feriti in ospedale, il governatore Ceriscioli ha annunciato la cancellazione della Giornata delle Marche. Il garante dell'infanzia Nobili: "Non si può morire così". I sindaci rinviano la festa, la Figc sospende tutte le partite in programma per oggi e domani - VIDEO
sabato 8 Dicembre 2018 - Ore 10:50
Print Friendly, PDF & Email

Oggi è il giorno del silenzio e del dolore e molte città hanno annullato gli eventi in programma nel cartellone natalizio. Senigallia, una delle tre realtà dove risiedevano le vittime, ha dichiarato il lutto cittadino. “La città di Senigallia e il suo territorio – ha scritto il sindaco Maurizio Mangialardi – sono in lutto per la terribile tragedia che si è verificata nel locale Lanterna Azzurra di Corinaldo nella quale hanno perso la vita sei persone e numerosi ragazzi sono rimasti feriti anche in modo serio. Ci stringiamo intorno alle famiglie delle vittime e ne condividiamo il grande dolore. Come segno di lutto per un dramma che ha profondamente colpito l’intera comunità locale abbiamo deciso di cancellare tutte le iniziative programmate per oggi e di spegnere tutte le illuminazioni natalizie”. Anche il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli ha manifestato “sgomento perché è una tragedia immane. A nome di tutta la città, mi stringo ai ragazzi e al dolore delle famiglie colpite. Abbiamo deciso di annullare tutti gli eventi del Natale previsti nel fine settimana”.

Luca Ceriscioli stamattina all’ospedale di Torrette

Stamattina il presidente della Giunta regionale, Luca Ceriscioli, ha fatto visita ai feriti, all’ospedale di Torrette. Nell’esprimere il cordoglio per le vittime di questa tragedia, il governatore delle Marche ha annunciato l’annullamento della tradizionale Giornata delle Marche prevista per domani. Anche il garante marchigiano per i diritti dell’infanzia, Andrea Nobili, ha espresso, tra i primi, il suo cordoglio sulla tragedia della discoteca di Corinaldo. “Questo è un momento di grande dolore, che colpisce ancora di più per la giovane età delle vittime. Non si può morire così. E’ ora necessario capire – ha scritto Nobili sui social media – cosa sia realmente accaduto e riflettere sulle dinamiche di gruppo che accompagnano i nostri ragazzi. Vicinanza alle famiglie, garanzie per il migliore aiuto ai feriti e supporto a quanti si sono ritrovati al centro di questa terribile esperienza”. Per l’evento luttuoso che ha colpito le Marche, Il comitato regionale della Figc e della Lega ha comunicato di aver sospeso tutte le partite dei Campionati regionali e provinciali in programma per le giornate di oggi, 8 dicembre, e domani, 9.

Il cordoglio davanti all’obitorio

Il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni ha invece spento luci e riflettori sulla festa natalizia. “A nome mio personale e di tutta la città esprimo profondo cordoglio per quanto accaduto a Corinaldo. Nel rispetto delle vittime e delle loro famiglie la città di Osimo annulla per la giornata di oggi tutte le iniziative del calendario natalizio. Rinviato spettacolo di danza sul ghiaccio e concerto dell’accademia d’arte lirica sotto l’albero”. Anche a Jesi e Falconara, in segno di lutto sono stati spenti gli altoparlanti della festa. “La Comunità di Jesi partecipa al dolore per la tragedia di Corinaldo.- scrive il sindaco Massimo Bacci –  Comune e Associazioni Jesi Centro annullano tutte le iniziative di Jesi Natale inprogramma questo fine settimana”.

Parole di cordoglio anche quelle espresse da Gabriele Santarelli, sindaco di Fabriano: “Stamattina ci siamo svegliati con una notizia che non vorremmo mai leggere. Tutta l’amministrazione comunale di Fabriano si stringe intorno alla comunità di Corinaldo per la tragedia che ha strappato sei vite in una serata che doveva essere di festa e divertimento. Rivolgo le mie condoglianze al collega Sindaco Matteo Principi e a tutte le famiglie delle vittime.  È difficile pensare di poter festeggiare in questa giornata. Per questo stasera per rispetto di quanto accaduto l’accensione delle luci natalizie non sarà accompagnata dalla musica della banda”.  Alle parole del sindaco Santarelli si sono aggiunte quelle del Sindaco Junior Francesco Beltrami e del componenti del Consiglio Comunale Junior Fabriano. “Tutto il Consiglio Comunale Junior si stringe attorno alle famiglie e agli amici delle vittime, nostri coetanei. Si richiede perciò di osservare un minuto di silenzio in memoria di questi ragazzi”.

“La tragedia di Corinaldo ha portato via sei giovani vite umane, devastato dal dolore le loro famiglie, provocato decine di feriti, alcuni dei quali stanno ancora lottando per la sopravvivenza. Le autorità competenti accerteranno di chi è la responsabilità di quanto accaduto e stanno già lavorando su ipotesi di reato ben definite”. Fin dalle prime ore del mattino il Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo ha seguito l’evolvere della situazione. In visita all’ospedale di Torrette ha avuto modo di incontrare alcuni dei familiari delle giovani vittime, in giornata anche la visita al Comune di Corinaldo. “Ma ora credo – aggiunge Mastrovincenzo – che sia il tempo del dolore, del silenzio, del rispetto per chi non c’è più, per chi sta vivendo un dramma sovrumano, per chi spera ancora di salvare la vita dei propri figli. E a loro è rivolto costantemente il mio pensiero”. Rinviate tutte le manifestazioni previste mentre a “Palazzo delle Marche” le bandiere sono a mezz’asta a significare il cordoglio di tutto il Consiglio regionale.

“Con la tristezza nel cuore, in segno di rispetto delle vittime di questa notte a Corinaldo. il consiglio direttivo Stella Maris Ancona ed i suoi soci, hanno deciso di non svolgere l’evento di domenica 9 dicembre “Babbo Natale viene dal mare”. L’evento sarà rinviato a data da destinarsi. “Vorrei esprimere a nome mio e di tutto il CONI Marche il cordoglio del mondo sportivo per l’immane tragedia accaduta nella notte a Corinaldo. Con immensa tristezza ci stringiamo alle famiglie dei ragazzi che hanno perso la vita e siamo vicini ai feriti perché possano superare questo drammatico momento. Faccio appello alla sensibilità di tutti i dirigenti sportivi delle Marche affinché possano adottare tutte le azioni possibili per esprimere rispetto al dolore dei ragazzi e delle loro famiglie”. Così il presidente del Comi Marche, Fabio Luna.

Altri locali da ballo della regione, per rispetto di chi non c’è più hanno deciso di spegnere le luci. La direzione del Sui Club e del Mood Club comunica che In segno di rispetto e di lutto per quanto accaduto la scorsa notte alla lanterna azzura non svolgerà la serata programmata per questo sabato 8 dicembre, una scelta doverosa per il rispetto alle vittime e di una tragedia che ha profondamente colpito tutti

La Federazione regionale di Coldiretti si unisce al dolore delle famiglie e dell’intera comunità marchigiana colpite dalla tragedia avvenuta nella notte a Corinaldo, rivolge una preghiera alle vittime e comunica che domani, domenica 8 dicembre, la Giornata del Ringraziamento prevista a Moie e Morro d’Alba si svolgerà con la sola celebrazione della Santa Messa. Annullato, in segno di rispetto, il tradizionale corteo dei trattori dopo la benedizione dei mezzi agricoli.

(servizio in aggiornamento)

(foto Giusy Marinelli)

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X