facebook rss

I piatti tipici regionali
arrivano nelle mense falconaresi

CUCINA - Giovedì partirà anche un corso di educazione alimentare rivolto a genitori e insegnanti, che si concluderà con una lezione pratica di cucina. Oggi la tradizione romana: saltimbocca, amatriciana e carciofi
martedì 5 Febbraio 2019 - Ore 16:38
Print Friendly, PDF & Email

il sindaco Stefania Signorini e il vicesindaco Yasmin Al Diry con le docenti e le coordinatrici della mensa

 

I piatti tipici regionali arrivano sulle tavole delle refezioni scolastiche falconaresi: a partire da oggi, per due martedì al mese, la Serenissima Ristorazione proporrà la cucina regionale, con ricette da nove regioni d’Italia. La società, che dall’anno scorso gestisce il servizio mensa del Comune di Falconara, per la prima giornata di cucina regionale ha puntato sul Lazio: oggi, 5 febbraio, i 741 bambini e adulti che si sono fermati a mensa hanno potuto assaggiare pasta all’amatriciana, saltimbocca alla romana e carciofi. Il secondo appuntamento con la cucina regionale sarà il 19 febbraio con le specialità della Valle d’Aosta, mentre l’ultimo è il 14 maggio con la Campania. Proprio per testare il gradimento del menù questa mattina il sindaco Stefania Signorini e il vicesindaco Yasmin Al Diry hanno fatto un sopralluogo nella scuola materna l’Aquilone. «I bambini, che spesso hanno bisogno di tempo per accettare i cambiamenti, hanno dimostrato di gradire i piatti proposti – dice Al Diry –. Il sopralluogo ha rappresentato l’occasione per confrontarci con le docenti e con la presidente della commissione qualità della mensa, per raccoglierne i suggerimenti. Questo è stato il mio secondo sopralluogo e ne farò altri: è sempre utile testare la qualità del servizio, anche per studiare miglioramenti qualora si rendano necessari». «Mi fa sempre piacere visitare le scuole, entrare in contatto con la realtà dei docenti e verificare di persona i servizi più importanti che eroghiamo, come quello della mensa scolastica – aggiunge il sindaco Stefania Signorini –. L’alimentazione e l’educazione alimentare sono fondamentali specie per i più piccoli e il Comune ha molto apprezzato il progetto presentato dalla Serenissima Ristorazione, che approfondisce anche gli aspetti educativi». La Serenissima ha infatti programmato una serie di incontri di educazione alimentare, con tanto di lezioni di cucina finali, rivolti a genitori e insegnanti dei bambini che utilizzano il servizio mensa nelle scuole coinvolte nel progetto, che si svolgeranno da giovedì 7 febbraio a lunedì 4 marzo, dalle 16.30 alle 18.30, nel centro di cottura di via Marconi 52. Nel primo incontro, questo giovedì, si parlerà dei prodotti utilizzati per il menù scolastico e del significato dei marchi di qualità (Dop, Igp, Bio, ecc.), di filiera corta e di km 0. Nella seconda lezione del 14 febbraio l’argomento sarà la dieta mediterranea, quindi il 21 febbraio si spiegherà come leggere un’etichetta, il 28 febbraio il tema sarà la conservazione degli alimenti. Tutte le lezioni saranno tenute dalle dottoresse Alessandra Peroni e Giorgia Galliani, biologhe e nutrizioniste. L’ultimo appuntamento del 4 marzo vedrà invece salire in cattedra le cuoche del centro cottura per un corso pratico di cucina.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X