facebook rss

Osimo, scultura romana concessa
in prestito per una mostra a Milano

IL RITRATTO di ignoto risalente al I sec. a.C., un tempo custodito nell'ufficio del sindaco e dal 2000 al Museo civico, sarà esposto nell'allestimento “La Bellezza e la Bruttezza nel Rinascimento” in programma a Palazzo Reale dal 5 ottobre 2021 al 6 febbraio 2022
venerdì 1 Marzo 2019 - Ore 18:34
Print Friendly, PDF & Email

La testa della scultura romana custodita nella sezione archeologica del Museo civico di Osimo

 

La testa della statua romana custodita al museo civico di Osimo sarà esposta alla mostra “La Bellezza e la Bruttezza nel Rinascimento” da allestire a Palazzo Reale di Milano dal 5 ottobre 2021 al 6 febbraio 2022. La giunta comunale ha infatti deciso di concedere in prestito la scultura ‘Ritratto d’ignoto del I sec. a.C.’,  dal 2000 conservata nella Sezione archeologica del Museo civico  ma un tempo esposta nell’ufficio del sindaco.  La richiesta ufficiale del direttore del Palazzo Reale di Milano è arrivata ad agosto del 2018 ed è stata esaudita dopo l’acquisizione dei vari pareri di legge. Con l’evento culturale dal titolo ancora non definitivo la città meneghina intende illustrare l’interpretazione e la rappresentazione che gli artisti italiani e nord-europei che operarono nel Rinascimento.

Il sindaco Simone Pugnaloni  e gli assessori hanno deliberato di autorizzare il prestito dell’opera d’arte subordinandolo però all’adozione delle misure necessarie per garantirne l’integrità della scultura e all’attivazione di una assicurazione e Palazzo Reale, come sede della mostra, garantisce gli standard museali in relazione alle norme di sicurezza, conservazione e corretta esposizione delle opere. Il trasporto e la movimentazione della testa scolpita sul marmo sarà a cura e finanziata dal Comune di Milano. Non sono previsti quindi oneri diretti ed indiretti per il Comune di Osimo.

Osimo, parte la ripulitura delle statue romane senza testa

La statua dell’imperatrice Plotina esposta al museo archeologico

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X