facebook rss

Elezioni Filottrano, il Tar riammette
il candidato Franco Cusini

AL VOTO - Semaforo verde per la campagna elettorale del 62enne in corsa con la lista 'La mia Città' per il consiglio comunale. Era stato escluso sabato scorso dalla Commissione circondariale di Osimo per la spedizione erronea del certificato elettorale di un quasi omonimo
venerdì 3 Maggio 2019 - Ore 18:54
Print Friendly, PDF & Email

Franco Cusini

 

Franco Cusini torna in pista per le Comunali di Filottrano. Dopo la ricusazione della sua candidatura, firmata dalla commissione elettorale circondariale di Osimo nella serata di sabato scorso, stamattina il Tar Marche ha accolto il ricorso presentato dal 62enne a sostegno della lista ‘La mia città’ e del ‘sindaco’ Amilcare Giovagnetti. Cusini era stato escluso dalla competizione del prossimo 26 Maggio perché, per un banale errore, il Comune di Filottrano aveva inviato il certificato elettorale di un quasi omonimo (stesso cognome ma nome di battesimo diverso) al posto del suo. Con il patrocinio dell’avvocato Francesco Coppari di Filottrano, il candidato al consiglio comunale  aveva pertanto presentato ricorso con richiesta di sospensiva. Nell’impugnativa Cusini aveva ricordato che per legge la stessa commissione elettorale avrebbe dovuto e potuto porre rimedio al ‘difetto documentale’ se solo ne fosse stata comunicata l’esistenza nei tempi previsti dalla legge.

La cancellazione della candidatura, verbalizzata nella tarda serata di sabato verso le 23, era stata infatti ufficializzata con fax al Comune di Filottrano solo domenica mattina alle 12.45, quindi un quarto d’ora prima della scadenza dei termini. La possibilità di eliminare errori formali in sede di analisi delle liste e dei simboli elettorali depositati è  prevista dalla normativa per i Comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti e, per interpretazione estensiva, deve essere fatta valere anche per quelli con un numero inferiori di abitanti. Filottrano conta circa 10mila residenti. Le motivazioni non sono state ancora depositate ma è evidente che i giudici amministrativi di Ancona hanno applicato il principio del ‘favor partecipationis’, richiamato anche dal ricorrente attraverso una decisione del Consiglio di Stato del 2018. Principio che offre la possibilità ai candidati in corsa per le elezioni di correggere gli errori non sostanziali nella presentazione della documentazione, proprio per garantire l’effettiva partecipazione dei diritti politici riconosciuti dalla Costituzione italiana.

Filottrano, il candidato escluso: «Compleanno rovinato ma non mi arrendo»

Filottrano, escluso candidato della lista “La mia città” «Pronto il ricorso»

Filottrano, duello elettorale tra Giulioni e Giovagnetti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X