facebook rss

Terzoni e Romagnoli (M5S):
«Revoca incentivi Whirpool
per mancato rispetto dei patti»

I DUE PARLAMENTARI marchigiani del M5s, attendono quindi l’incontro tra il ministro e l’azienda. «Ci aspettiamo un cambiamento di atteggiamento da parte di Whirlpool coerente con quanto firmato mesi fa
martedì 11 Giugno 2019 - Ore 12:25
Print Friendly, PDF & Email

«Sono mesi che monitoriamo con estrema attenzione il comportamento dell’azienda Whirlpool rispetto agli accordi presi con il Mise. Oggi, in virtù di un mancato rispetto dei patti, con l’annuncio della chiusura dello stabilimento di Napoli, il Ministro Di Maio revocherà gli incentivi pari a 15 milioni di euro». A commentare la notizia sono i parlamentari del Movimento 5 Stelle Terzoni e Romagnoli. «Dialoghiamo costantemente con i dipendenti del nostro territorio, ed abbiamo notizie di “anomalie” da parte dell’azienda americana da un po’. Lo abbiamo segnalato subito al Ministero, ed abbiamo continuato a controllare e verificare. Con la chiusura dello stabilimento di Napoli, abbiamo la goccia che fa traboccare il vaso: non c’è più tempo per le parole, servono i fatti. Da parte delle aziende che hanno firmato degli accordi con noi, che hanno ricevuto dino ad oggi milioni di euro di incentivi, e che non possono prendere i soldi prima e poi chiudere a loro piacimento. Ancora di più da parte nostra, come Governo: chi non rispetta la parola data, e suggellata da firme con i Ministero, va immediatamente sanzionato». I due parlamentari marchigiani del M5s, attendono quindi l’incontro tra il ministro e l’azienda. «Ci aspettiamo un cambiamento di atteggiamento da parte di Whirlpool coerente con quanto firmato mesi fa. – aggiungono- Quello che sta accadendo per lo stabilimento di Napoli può accadere in altri stabilimenti e sedi. Non ci sono scuse né tempi di attesa: i dipendenti hanno bisogno di risposte subito».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X