facebook rss

Lavori alla fibra ottica,
operai tranciano cavo della telefonia:
è black out digitale

FABRIANO - Ancora da quantificare le utenze che da oggi pomeriggio sono disconnesse da internet e dalle rete di comunicazione. In stand by anche i servizi telematici del Comune come lo sportello Suap. Il sindaco Santarelli: «Stiamo monitorando la situazione». Disagi a distanza di chilometri anche all'ospedale Carlo Urbani di Jesi, con la rete intranet disconnessa del servizio di Radiologia
martedì 18 Giugno 2019 - Ore 18:54
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

«La ditta che sta stendendo i cavi per la fibra ha tranciato altri cavi della telefonia provocando un interruzione del servizio. Stiamo monitorando la situazione e ho contattato personalmente sia il responsabile del cantiere che il responsabile della Tim per il ripristino. Ho convocato per domani pomeriggio la ditta per fare il punto anche circa tutte le altre segnalazioni che ci sono arrivate». A scrivere il messaggio sui social media, oggi pomeriggio è stato il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. Diverse e ancora da quantificare le utenze interessate dal disservizio che ha cominciato a manifestarsi dopo le 14.30 circa di oggi.«Intanto però sappiamo che il problema è che i cavi tranciati si trovavano troppo superficialmente così come accaduto anche per altri episodi. -ha aggiunto il primo cittadino di Fabriano – La ditta che sta lavorando per la fibra scava a circa 35 centimetri e in teoria non dovrebbe intercettare altre infrastrutture. Nonostante i sistemi di georadar utilizzati sono accaduti vari imprevisti che vogliamo verificare. I disagi purtroppo si prolungheranno ancora per diverse ore ma non abbiamo notizie certe. Cercheremo di aggiornare la situazione». Il guasto alla connettività alla Rete ha interessato anche gli uffici comunali che hanno visto andare in black out tutti i servizi gestiti tramite internet, dal Suap, alle carte d’identità elettroniche fino al portale dei concorsi.

I disagi si sono riflessi anche a distanza di chilometri fino ad arrivare a Jesi. Il cavo tagliato a Fabriano ha coinvolto evidentemente una dorsale della rete della fibra ottica e il guasto ha creato difficoltà di connessione anche all’ospedale Carlo Urbani. Il sistema intranet del servizio di Radiologia è andato in tilt e gli operatori hanno dovuto trascrivere a mano i dati dei referti perché l’archivio digitale con le anagrafiche dei pazienti era disconnesso. Per fortuna gli esami prenotati per le mammografie vengono svolti solo di mattina e oggi pomeriggio non è stato necessario aggiornare le cartelle cliniche per gli esami di routine o di screening.

(ultimo aggiornamento alle ore 20.10)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X