facebook rss

Selene muore a 31 anni:
autopsia per chiarire la cause

GIALLO - Selene Barbuscia era nata a Jesi ma aveva vissuto con i genitori e i fratelli a Sassoferrato. L'hanno trovata morta a Olbia, nel suo appartamentino di viale Aldo Moro in circostanze misteriose. Tra le ipotesi dei carabinieri quella dell'overdose, ma restano circostanze da chiarire
giovedì 11 Luglio 2019 - Ore 20:04
Print Friendly, PDF & Email

Selene Barbuscia

 

 

Una drammatica notizia lega Sassoferrato a Olbia. E’ la prematura scomparsa di Selene Barbuscia, una ragazza di 31 anni nata a Jesi, residente insieme ai genitori e ai fratelli a Sassoferrato, nella piccola frazione di Gaville. Selene si era trasferita a Olbia alcuni anni fa, insieme alla mamma Daniela, al papà Orazio Vittorio, alla sorella e a uno dei fratelli, lasciando l’altro fratello e gli zii nell’anconetano. Frequenti i contatti, ma troppi chilometri di distanza. Selene è volata via improvvisamente a soli 31 anni. L’hanno rinvenuta priva di vita in un appartamento dell’ex Asl di viale Aldo Moro (non lontano dalla ferrovia), all’angolo via Peruzzi, domenica sera verso le 21. L’hanno trovata i carabinieri, forse allertati dai familiari. Purtroppo per la ragazza non c’era nulla da fare, il suo giovane cuore aveva smesso di battere e anche i sanitari del 118 intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Le circostanze di questa improvvisa morte – su cui stanno lavorando i carabinieri della stazione di Olbia – restano avvolte nel mistero.
Gli investigatori propenderebbero, secondo fonti locali, per una morte per overdose di eroina, ma sarà l’esito dell’autopsia a sciogliere ogni dubbio. I familiari, comprensibilmente addolorati e increduli, temono invece che la verità sia un’altra. Temono che qualcuno possa averla uccisa. Dieci giorni fa la ragazza si era presentata in pronto soccorso con ferite da arma da taglio al braccio, ma non aveva saputo giustificarle ai medici. Una settimana prima della sua drammatica morte, secondo alcune indiscrezioni trapelate, sarebbe tornata a casa con il viso tumefatto, ma anche in quell’occasione non avrebbe detto nulla. Oggi si piange per questa giovane vita spezzata. I familiari, anche quelli rimasti nell’Anconetano, hanno raggiunto Olbia per porgere a Selene l’ultimo commosso saluto. Il feretro ha mosso dalla camera mortuaria del vecchio cimitero verso la chiesa della Sacra Famiglia, dove alle 10 si sono svolti i funerali. Una cerimonia semplice, sobria, composta come il dolore immenso di questa famiglia che ora attende risposte e la verità sulla morte di Selene.

(redazione CA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X