facebook rss

In marcia per salvare l’ex Mutilatini
«Stanchi di essere presi in giro
dalla sindaca» (Foto/Video)

ANCONA - Si è svolto questa mattina il corteo di protesta per portare di nuovo alla luce la questione del recupero dell'immobile abbandonato da anni e ormai sommerso dal degrado
Print Friendly, PDF & Email

I manifestanti

 

Una marcia, con tanto di striscioni, per cercare di sbloccare una situazione da troppo tempo immobile: quella dell’ex Mutilatini di Portonovo. Questa mattina, circa 50 persone, hanno sfilato in corteo nell’ambito della manifestazione ‘Giù le mani dall’ex Mutilatini’, indetta dal comitato Portonovo per Tutti. Il serpentone è partito dalla rotatoria a monte ed è terminato nell’edificio abbandonato e ormai completamente immerso nel degrado. La protesta si è alzata contro «l’inadempienza e il rifiuto di confronto democratico da parte del Comune. Nonostante le sue ripetute promesse in pubblico – ha sottolineato il comitato –  la sindaca Mancinelli ha eretto un muro di gomma contro il progetto di recupero degli ex-Mutilatini, approvato nel 2015 dalla sua stessa Giunta. Non ha mai incontrato la compagine di imprese e associazioni locali che ha protocollato in Comune da più di un anno una manifestazione di interesse per ristrutturare in 2 anni gli ex-Mutilatini e gestirli per 28 anni come ostello con 55 posti letto e centro di educazione ambientale al servizio della collettività. sindaca e vice sindaco, da un anno a questa parte, hanno più volte promesso che ci avrebbero incontrato “a breve”». Ma il tanto auspicato meeting non sarebbe mai avvenuto.

Degrado all’ex Mutilatini

«Non pensiamo, come afferma la sindaca, che il bando emesso l’anno scorso sia stato formulato per facilitare la partecipazione delle imprese sociali – ha ribadito il comitato -. Al contrario, si è trattato di un bando contenente condizioni troppo gravose per questo tipo di imprese, e infatti è andato deserto. E’ inaccettabile come si stia mortificando la volontà di partecipazione democratica di tanti cittadini e associazioni che in questi anni hanno lavorato volontariamente e senza fini di lucro, per il recupero e il riuso pubblico degli ex-Mutilatini a Portonovo. Siamo stanchi di essere presi in giro dalla sindaca, ma non molliamo!La nostra non è solo una protesta ma soprattutto una proposta per valorizzare gli ex-mutilatini come bene comune che appartiene a tutti noi. I cittadini, le associazioni, i movimenti, i gruppi scout e le scuole che hanno appoggiato il progetto Portonovo per Tutti vogliono sapere cosa vuol fare la sindaca di questo edificio». A breve la compagine di imprese, rafforzata nella sua composizione e nella determinazione a realizzare il progetto, protocollerà in Comune una  nuova manifestazione di interesse. Che sia la volta buona?

(foto di Giusy Marinelli)

Ex casa dei Mutilatini, marcia di “Portonovo per tutti”: «ll sindaco ha eretto un muro di gomma»

In marcia a Portonovo per difendere l’ex Mutilatini

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X