facebook rss

Gran gala finale,
il Pif elegge il vincitore

CASTELFIDARDO –Stasera si assegna il premio per concertisti. L'appuntamento  è al teatro Astra dove il direttore artistico Renzo Ruggieri eseguirà in prima assoluta la sua “Pinocchio suite” scritta appositamente per fisarmonica e orchestra
domenica 22 Settembre 2019 - Ore 09:44
Print Friendly, PDF & Email

 

Ogni fiaba ha un inizio e un lieto fine. Quello del Premio Internazionale della fisarmonica lo ha scritto il direttore artistico Renzo Ruggieri che stasera al teatro Astra dopo la finale live della categoria concertisti, eseguirà in prima assoluta la sua “Pinocchio suite” scritta appositamente per fisarmonica e orchestra: quella sinfonica del teatro Tosti di Ortona diretta dal maestro Paolo Angelucci. Si chiude così idealmente il cerchio di emozioni di una 44^ edizione pensata per le generazioni del futuro. “Ci siamo rivolti ai giovanissimi con il tema ‛Once upon a time, the accordion’, concretizzato con una prova di composizione dedicata, con un concorso di disegno che ha visto iscritti da tutto il mondo e con questa premiere che sarà accompagnata dalle illustrazioni di Simone Ripa che rimandano alla storia collodiana”, spiega il maestro abruzzese. Sul palco salirà anche la piccola Matilde, trevigiana che ha spopolato con il disegno “La musica è vita” e che verrà gratificata con uno strumento realizzato dalla “Paolo Soprani”.

Ma prima che scorrano i titoli di coda, c’è un programma fittissimo in cui immergersi, la cui principale novità rispetto agli scorsi anni sta nello spostamento in orario serale del gala (21) in cui si esibiranno dal vivo i concorrenti della sezione classica e i tre finalisti del Pif scelti dalla giuria presieduta da Friederich Lips, chiamati a confrontarsi sul brano d’obbligo composto dal bosniaco Drazan Kosoric. Qualcuno iscriverà il proprio nome su un albo d’oro prestigioso, che da sei anni non celebra un successo italiano e da due consecutivi esalta la scuola russa, ma di certo il Pif ha già vinto con una partecipazione ed un livello di riconosciuta eccellenza.

I ritmi della giornata sono scanditi dalle audizioni e dai consueti appuntamenti fissi. Il Pif Academy delle 9.30 al Salone degli Stemmi esplora la musica barocca e in particolare gli studi su Girolamo Frescobaldi del maestro Ivano Paterno. Alle 12.00, il Museo della fisarmonica ospita il Pif book, presentazione del manuale di fisarmonica per principianti “Give me five&five” scritto da Luigino Pallotta, introdotto dai maestri Chiacchieretta, Picchio e Mugnoz. Alle 12.00, in Auditorium Binci, il protagonista dell’AperiPif è il vincitore del Pif 2018 e di numerosi altri concorsi, l’astro russo Vladimir Stupnikov; a seguire la degustazioni con Vinarmonica, l’enologo Daniele Fava, il bartender Beniamino Canafoglia, lo chef Marco Rossi e i prodotti tipici offerti da SìconTe, Poldo, FiorettiBrera, Fiordigrano e Biologicamente.

Dalle 16.00 alle 19.00, proseguono le lezioni gratuite alla scuola civica “Soprani” per ragazzi da 4 a 18 anni con i docenti di pianoforte, fisarmonica, batteria, chitarra elettrica e organetto. Sul palco di piazza della Repubblica, il Pifopenstage darà modo di apprezzare la Zdruzeni Orkester Diatonicnih Harmonik (Slovenia), il brasiliano Chico Chagas, il SaxAkkord duo (Russia, Germania) e il jazz balcanico del Jordan Djevic – Giacomo Tosti duo. Alle 18.00 a San Francesco, PifAuditorium con l’esibizione del quotatissimo e carismatico Peter Maric e a seguire lo Charm trio che riunisce un tris d’assi del Conservatorio di San Pietroburgo: Artur Adrshin, Vladimir Stupnikov, Arkadii Shkvorov.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X