facebook rss

Abusi sessuali in Psichiatria,
chiesti 4 anni di reclusione

ANCONA - Questa la pena pretesa dalla procura per un 43enne osimano finito a processo per presunti abusi sessuali compiuti lo scorso dicembre su una paziente minorenne
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale di Torrette (foto d’archivio)

 

Quattro anni di reclusione. Questa la pena chiesta dalla procura nei confronti di un 43enne osimano, finito a giudizio con l’accusa di violenza sessuale per dei presunti abusi commessi al Sert della Clinica psichiatrica di Torrette. Vittima, una ragazza all’epoca dei fatti (dicembre 2018) minorenne. Imputato e parte lesa erano ricoverati nello stesso reparto. Il collegio penale emetterà sentenza il prossimo 2 ottobre, dopo le eventuali repliche delle parti. La ragazza è assistita dall’avvocato Marina Magistrelli, il 43enne – arrestato poco dopo la denuncia della vittima e poi rimesso in libertà – è assistito dal legale Diego De Giacomi. La presunta violenza si sarebbe consumata nella notte tra il primo e il 2 dicembre dello scorso anno. Da quanto emerso, i due pazienti si conoscevano solamente di vista perchè ricoverati nello stesso reparto. Stando alle accuse, l’uomo – che aveva problemi di alcol – sarebbe sgattaiolato via dalla sua stanza per entrare in quella della minore e obbligarla a un rapporto sessuale. La ragazza aveva sporto denuncia qualche giorno dopo. Erano scattate le indagini dei carabinieri, terminate con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 43enne. In un primo momento era andato in carcere. Ora, è libero.

(Fe.ser)

Minorenne violentata in ospedale, arrestato ex paziente

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X