facebook rss

Scolmatori, il sindaco Signorini:
«Il bando è la prima risposta ai cittadini
che chiedono un mare pulito»

PROGETTO - Il primo cittadino di Falconara in merito alla gara indetta per portare a terminare il piano redatto da Viva Servizi finalizzato a mettere fine alla questione che da anni fa infuriare gli operatori balneari
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Signorini

 

«Gli interventi per risolvere la problematica degli scolmatori a mare costituiscono l’opera più importante mai realizzata nel nostro territorio, che risponde alla richiesta legittima della popolazione per un mare pulito». Lo ribadisce il sindaco Stefania Signorini all’indomani della pubblicazione, da parte di Viva Servizi, del bando europeo per la progettazione, la direzione dei lavori e il collaudo delle opere studiate per la costa tra Ancona e Falconara dalla società del servizio idrico integrato. Per Falconara sono previsti un collettore di gronda nella zona collinare (una grossa tubatura collegata direttamente al depuratore che ‘alleggerisca’ il carico sostenuto dalle condutture a valle, quelle che in caso di forti piogge scaricano a mare) e vasche di prima pioggia per contenere l’acqua piovana nei momenti di maggiore intensità, per evitare che la pioggia vada ad aggravare la pressione nelle condutture fognarie. Per queste opere è previsto un investimento di 12 milioni di euro, di cui circa un milione per la progettazione, oggetto del bando. «Proprio il costo e la complessità degli interventi impongono tempi lunghi di realizzazione – continua il sindaco Signorini – ma è stato un risultato eccezionale aver indotto l’Aato 2 Marche Centro a stanziare i fondi necessari. A questo obiettivo hanno lavorato negli ultimi anni le amministrazioni comunali di Ancona e Falconara e la pubblicazione del bando è il primo passo concreto di questo impegno». La pubblicazione del bando di Viva Servizi è avvenuta in concomitanza con l’avvio dei cantieri per la messa in sicurezza dei fossi San Sebastiano, Cannetacci e Rigatta, un’altra questione di cruciale importanza quanti abitano, lavorano e investono nel territorio falconarese. Anche per gli interventi sui corsi d’acqua del territorio falconarese sono previsti investimenti per 12milioni di euro. «L’amministrazione comunale di Falconara, per anni, è stata impegnata su entrambi i fronti – conclude il primo cittadino falconarese – e finalmente possiamo dare ai cittadini le prime risposte concrete, frutto del continuo confronto con gli enti chiamati a progettare e finanziare le opere. La nostra amministrazione ha organizzato e partecipato a incontri tecnici e pubblici, ha sollecitato gli enti competenti, ha avanzato proposte e ottenuto risposte. Finalmente per Falconara si investono risorse importanti, per far fronte a criticità annose che, proprio per gli investimenti richiesti, sembravano di difficile soluzione».

Otto anni e 22 milioni per arginare gli sversamenti in mare: si parte con il bando di progettazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X