facebook rss

L’ultimo dono di Roberta:
i suoi organi per salvare altre vite

SASSOFERRATO - I familiari della donna morta a 42 anni hanno autorizzato l'espianto dopo la dichiarazione di morte cerebrale. Era entrata una settimana fa all'ospedale di Fabriano dove ieri è stata attivata la procedura del prelievo multi-organo
Print Friendly, PDF & Email

Roberta Valenti

 

Cinque malati aumenteranno le loro aspettative e speranze di vita grazie al gesto d’amore dei genitori di Roberta Valenti. E’ come se attraverso di loro, continuasse a vivere anche la 42enne di Sassoferrato, ricoverata all’ospedale di Fabriano la scorsa settimana dopo una caduta accidentale che le aveva provocato un’emorragia cerebrale. Con il trascorrere dei giorni le speranze di riabbracciare Roberta, ragazza dalla salute fragile ma dal cuore d’oro, sono andate sempre più assottigliandosi. Quando i medici hanno dichiarata la sua morte celebrale, nel momento più doloroso della loro esistenza i familiari, i genitori Furio e Ada, hanno autorizzato l’avvio delle procedure del prelievo multi-organo sul corpo della figlia, terminate ieri, 7 ottobre, all’ospedale ‘Profili’ di Fabriano. Un gesto di grandissima generosità, con l’espressa intenzione di fare del bene ad altri. «La Direzione Medica di Presidio dell’Area Vasta 2 e tutto il personale medico e paramedico porgono un sentito ringraziamento alla famiglia che, con il suo consenso alla donazione degli organi, ha contribuito a ridare la speranza a cinque pazienti» ha testimoniato la propria gratitudine anche la direzione sanitaria dell’ospedale , in una nota ufficiale a firma del medico Giampierogabrio Marinelli del reparto di Anestesia e Rianimazione del ‘Profili’. Grazie al coordinamento del Centro Regione Marche dei Trapianti di Ancona, in collaborazione con il personale medico ed infermieristico del Servizio Anestesia e Rianimazione e del blocco operatorio dell’ospedale di Fabriano, nelle procedure di espianto si sono alternate diverse equipe mediche, anche esterne in arrivo dagli ospedali di Padova, Udine e Cagliari.

 I funerali di Roberta si svolgeranno domani pomeriggio, sabato 9 novembre, alle ore 14:30 nella Chiesa San Facondino di Sassoferrato ed i suoi parenti hanno chiesto di ricordarla non con fiori ma con offerte all’Anfass e alla Lega del Filo d’Oro di Osimo. La salma è stata composta nella camera mortuaria del ‘Profili’, aperta dalle ore 16 di oggi pomeriggio e dopo le esequie riposerà per sempre al cimitero urbano di Sassoferrato. Dovevano volerle bene in tanti. Ma di un affetto costruito su sentimenti e gesti veri. «Ciao Roby. Sei stata e sarai sempre una grande! – scrive un’amica tra i tanti commenti social innescati dalla notizie della sua morte- Grande anche la tua famiglia che ti ha tanto amata e che ha fatto un atto d’amore grande. Non ti dimenticheremo mai soprattutto coloro che vivranno grazie alla solidarietà dei tuoi cari. Un abbraccio di cuore a tutti».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X