facebook rss

Nuovo bilancio da approvare,
Liste civiche: «Senza fretta,
valutiamo il nuovo scenario»

OSIMO - Il gruppo consiliare di minoranza ritiene che l'emergenza Coronavirus impone di guardare all'evolversi degli eventi e delle misure del Governo per «mettere in campo utili manovre  locali»
Print Friendly, PDF & Email

La Sala Gialla, l’aula consiliare di Osimo (foto d’archivio)

 

 

«​Nulla va fermato in questo  tempo,  tantomeno il bilancio comunale. Ma questo è un bilancio per tempi normali,  non per affrontare  tempi straordinari e incerti come  quelli che purtroppo viviamo. Questa è  una  dura realtà  fatta  di una emergenza  sanitaria a cui seguirà una emergenza economica che si combatteranno  con un cambio totale  di strategia rispetto all’ordinario.  Per  noi è necessario vedere l’evolversi degli eventi e delle misure del Governo affinchè si mossa mettere in campo utili manovre  locali tanto immediate e  flessibili quanto capaci di aiutare gli osimani nelle  loro priorità di ora». Dopo il deposito degli atti del nuovo strumento economico finanziario del Comune di osimo, che dovranno essere approvati entro i prossimi 20 giorni, il gruppo consiliare di minoranza delle Liste civiche invita a non avere fretta per valutare bene il nuovo scenario che si aprirà dopo l’emergenza Coronavirus.«Bisogna avere contezza almeno in linea di massima dei pesanti danni che hanno colpito e colpiranno ancora  gli osimani e le ripercussioni sui loro  conti e quelli Pubblici e  dare una  risposta diretta e immediata a  tutte le  famiglie,  imprese e commercianti , come  solo i Comuni sono chiamati a dare. – sottolinea la nota stampa – In questo  momento riteniamo che il  Bilancio comunale non debba avere la  fretta di essere fatto purchessia, ma  invece  è importante contenere i capisaldi per dare risposte alle  nuove esigenze  che  stiamo tutti affrontando».
A giudizio dei consiglieri dei movimenti civici «per noi ora le  priorità  sono totalmente  diverse e distanti da  quelle proposte, che scontano l’ansia dell’annuncio, la voglia spasmodica di celare i tempi attuali e una permanente campagna elettorale. Putroppo  non viviamo nel mondo dorato degli annunci sensazionali, dei record,  delle  imprese uniche e mirabolanti che  ci si vuole  offrire come  un film da  telefoni bianchi. Viviamo una stagione di puro e durissimo neorealismo fatta di riduzione in macerie di tutte le  nostre  certezze,  prima  fra tutte,  quella sanitaria e poi della nostra  qualità di vita,  che sono per  noi le uniche vere  priorità di un bilancio di ora e dei prossimi anni».

Per il bilancio 2020-2022 seduta consiliare in audio-video conferenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X