facebook rss

Manutenzione spiagge e giardini,
nuova illuminazione per il Passetto:
Ancona si prepara per l’estate

ANCONA - Installati 31 nuovi centri luminosi led in sostituzione degli esistenti: dall’uscita dell’ascensore fino al tratto attualmente interdetto al pubblico. Il sistema entrerà in funzione questa sera
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Nelle ultime settimane si sono susseguiti  interventi di manutenzione sul verde e sulle spiagge. Un lavoro che, nonostante l’emergenza Covid, è sempre andato avanti per garantire alla città di essere pronta per la ripartenza. Una nuova luce si accenderà sul Passetto: sono stati infatti completati i lavori per l’illuminazione che farà splendere la spiaggia. Questa mattina, il sopralluogo e il collaudo dell’impianto, in funzione da stasera. Anconambiente, in virtù del contratto di servizio, ha proceduto all’intervento approntando una nuova illuminazione al posto della precedente che si trovava in forte degrado e non garantiva più le prestazioni, risultando ammalorata e danneggiata dagli agenti atmosferici in un ambiente con elevata umidità salina, forti mareggiate e numerosi atti di vandalismo. Il consistente lavoro di ripristino ha avuto per oggetto la sostituzione dei precedenti apparecchi illuminanti e la posa in opera di nuovi punti luce. Ha completato l’intervento il rifacimento dei tratti della linea elettrica. Sono stati installati 31 nuovi centri luminosi led in sostituzione degli esistenti: dall’uscita dell’ascensore del Passetto fino al tratto attualmente interdetto al pubblico. Nella prima parte i centri luminosi sono installati su palo (dall’ascensore alla palafitta, in tutto 5 pali) mentre nel tratto successivo, zona Grotte, sono stati installate 26 lampade a parete; garantita così un’illuminazione a regola d’arte per una larghezza indicativa di camminamento di circa 8 metri. Il costo delle opere è circa 30mila complessivi ed è ricompreso nel cronoprogramma di interventi di Anconambiente.Questo intervento si aggiunge alla riqualificazione dell’illuminazione del percorso pedonale che dal Salesi scende verso la spiaggia del Passetto con 15 nuovi centri luminosi led in sostituzione degli esistenti, ormai degradati.

Aiuola al Passetto

Per quanto riguarda l’attività portata avanti all’Ufficio Verde,  è stato completato il 96% dello sfalcio dell’erba nei parchi, mentre a giorni sarà terminato anche l’intervento in alcune aree verdi della ex prima circoscrizione.   Durante la fase di lockdown, quando non era possibile intervenire fisicamente sul posto, erano state avviate subito le gare amministrative per mettere a dimora piante e fiori nelle piazze principali di Ancona. Nella giornata di ieri  sono stati portati a termine gli allestimenti floreali nelle piazze ed in particolare, in piazza Cavour:  sui 4 pali dell’illuminazione storica sono state sistemate fioriere che simboleggiano sia la bandiera italiana e che i colori di Ancona. Ieri sono iniziati i lavori di manutenzione del verde sulla spiaggia di Palombina, a seguire l’avvio di quelli di Torrette con taglio erba, potatura siepi e arbusti. Poi tocca alla sistemazione dell’aiuola all’ascensore del Passetto con contemporaneo taglio della vegetazione negli stradelli di via Panoramica, verso  la Grotta Azzurra e sotto le piscine del Passetto.  Nel mese di marzo, mentre gli anconetani erano chiusi in casa, il magazzino comunale ha colto l’occasione per intervenire per la messa in sicurezza di alcuni punti della città soprattutto per quanto riguarda il transito pedonale e la circolazione. Così sono stati realizzati nuovi attraversamento pedonali  in via Frediani, via Buozzi, via Montegrappa,via Scrima, via Villafranca, via Palestro, corso Carlo Alberto, via Lotto, via Marchetti, via de Gasperi. Oltre 100 in un mese gli interventi per la sistemazione di buche e caditoie, marciapiedi, a cui si aggiungono altri 140 interventi messi in campo da fabbri, elettricisti, muratori, idraulici e falegnami del magazzino per varie manutenzioni, alcune delle quali legate all’emergenza Covid. «Questi dati – precisa l’assessore alle manutenzioni e protezione civile, Foresi – vogliono solo testimoniare come la macchina comunale, assieme al Coc, abbia sempre lavorato in tutta la Fase 1 a  spron battuto, cercando di rispondere al meglio ad ogni richiesta e per prepararsi adeguatamente alla Fase 2. Uno sforzo condiviso con la cittadinanza, che, dal canto suo, ha adottato  un atteggiamento veramente responsabile, che invito tutti a protrarre nel prossimo periodo e per il quale ringrazio»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X