facebook rss

Bloccata al porto una nave da carico:
«Gravi carenze sulla sicurezza»

ANCONA - L'imbarcazione, battente bandiera moldava, è stata analizzata dalla Capitaneria. Tra le irregolarità ravvisate, il mancato aggiornamento delle carte nautiche necessarie per la navigazione e la revisione periodica degli estintori portatili
Print Friendly, PDF & Email

La nave Titan

 

Carenze in materia di sicurezza: la Capitaneria di Porto blocca la ripartenza della nave da carico Titan, battente bandiera moldava. A bordo, ci sono otto membri dell’equipaggio. L’imbarcazione, ormeggiata alla banchina 23 del porto, è stata sottoposta ai controlli per mano degli ispettori della Capitaneria. Le verifiche ci sono state mentre l’unità era in fase di scarico di blocchi di alluminio. Stando a quanto ravvisato dagli ispettori,  le più gravi carenze riguardano l’avaria al sistema di ammaino del battello di emergenza, il mancato aggiornamento delle carte nautiche necessarie per la navigazione, la revisione periodica degli estintori portatili, il malfunzionamento del verricello di poppa necessario per le operazioni di ormeggio, non riparabile nell’immediato. L’unità rimarrà “detenuta” nel porto di Ancona fino al ripristino delle condizioni di sicurezza, solo allora potrà riprendere il mare rispettando gli standard internazionali richiesti a garanzia dei lavoratori marittimi, della tutela dell’ambiente marino e più in generale della sicurezza della navigazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X