facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Musica ‘a palla’ al rave party:
arriva la polizia dopo la diffida del sindaco

SERRA DE' CONTI - E' stata una impegnativa serata di controlli quella di ieri, affrontata dai poliziotti di Senigallia, nell'area dove, per la seconda volta e nonostante l'invito del primo cittadino a sospendere la festa e ad evitare assembramenti, organizzatori e partecipanti si erano dati appuntamento. Sono in corso accertamenti
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

 

Rave party su un terreno privato a Serra De’ Conti con musica messa ‘a palla’ in piena notte: il sindaco diffida gli organizzatori, arriva la Polizia per controllare quello che avveniva alla seconda festa, organizzata comunque. E’ stata una impegnativa serata di controlli quella di ieri, affrontata dagli agenti del Commissariato di Senigallia, sotto la direzione del vice questore Agostino Licari. Il ‘blitz’ è scattato poche ora fa in un’area periferica dove diversi giovani si erano dati appuntamento per divertirsi ascoltando musica sparata a tutto volume nella notte. Gli agenti hanno tenuto d’occhio i partecipanti alla festa aperta a un numero indeterminato di persone che già qualche settimana addietro si era tenuta ed era stata oggetto di lamentele da parte della cittadinanza e dei residenti per chiasso e rumore.

Il sindaco di Serra De’ Conti, Letizia Perticaroli, aveva pertanto diffidato chi l’aveva organizzata a non ripeterla ritenendo, oltretutto, che durante lo svolgimento della festa, sarebbe stato difficile controllare gli eventuali assembramenti in un periodo di emergenza sanitaria per l’epidemia del Covid 19. Su disposizione del questore di Ancona gli agenti del Commissariato di Ps di Senigallia hanno pertanto effettuato un consistente servizio di ordine pubblico che ha visto la partecipazione di decine di agenti della polizia e carabinieri che hanno provveduto ad effettuare puntuali controlli all’interno dell’area interessata ed anche all’esterno. Sono in corso accertamenti per verificare gli estremi per applicare dure sanzioni a carico degli organizzatori ma anche alle poche decine di partecipanti alla festa. Tanti giovani, informati del provvedimento di diffida del sindaco, hanno deciso di non partecipare e si sono allontanati. Lo stesso Comune di Serra De’ Conti, sulla pagina fb istituzionale, stamattina è infatti tornato a ribadire «che la festa privata non è stata autorizzata da nessuno. Il sindaco ha inviato una diffida all’organizzatore dell’evento affinché questo non avesse luogo». Il servizio per il rave party non autorizzato ha visto la partecipazione della Polizia, dei carabinieri ma anche delle pattuglie della Polizia locale di Serra de’ Conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X