facebook rss

Mense scolastiche:
ipotesi doppi turni e box lunch

FABRIANO - Oggi vertice tra sindaco e dirigenti scolastici per fare il punto della situazione. Saranno rivisti i tragitti degli scuolabus alla luce dei protocolli anti Covid per consentire a tutti di poter usufruire del trasporto
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

 

Riapertura scuole, a Fabriano si è concluso con buone notizie l’incontro tra il sindaco Gabriele Santarelli e i dirigenti scolastici dei tre Istituti Comprensivi presenti in città. «E’ stata confermata l’assenza di possibili problemi legati alla capienza della aule che potranno essere superati con piccoli interventi puntuali. Gli operai del comune hanno già iniziato a spostare armadietti e appendiabiti fuori delle aule per consentire di recuperare spazio e a modificare l’orientamento di alcune classi riposizionando le lavagne.- spiega il primo cittadino di Fabriano – Sono poi previsti altri interventi per consentire l’organizzazione di più punti di accesso in modo da limitare gli assembramenti in entrata e in uscita. Abbiamo verificato la capienza degli spazi destinati al servizio mensa determinando in alcune scuole un doppio turno e ipotizzando in altre la possibilità di organizzare dei box lunch per far consumare i pasti direttamente nelle aule. Sarà necessario attendere le ultime verifiche sulle capienze e sul numero delle iscrizioni per avere un quadro definitivo. Però possiamo già dire da ora che nessuna scuola avrà necessità di spostarsi perchè saranno i servizi a organizzarsi per fare in modo che tutto si svolga nella massima sicurezza e ordine».

Più complicata la situazione del trasporto scolastico. «in questo ambito ci basiamo per ora sul decreto del 7 agosto che ha però valenza un mese. – chiarisce Santarelli – In questo decreto è data la possibilità per il trasporto scolastico di utilizzare la massima capienza dei pulmini per tragitti che non durino più di 15 minuti. Anche in questo caso il servizio si sta muovendo per consentire a tutti di poter usufruire del trasporto rivedendo i percorsi. Ci saranno sicuramente disagi e servirà uno sforzo da parte di tutti, dai genitori al personale scolastico, ma se tutti faremo la nostra parte e soprattutto se ci sarà collaborazione e comprensione delle difficoltà oggettive nelle quali stiamo lavorando riusciremo a fare il bene dei nostri figli che è l’obiettivo che ci unisce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X