facebook rss

Rifiuti, Monte Roberto sceglie
la raccolta ‘porta a porta’

AMBIENTE - Questo sistema garantisce una migliore qualità dei materiali conferiti e comporta meno costi a carico dell'utenza
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

 

Conferimento e raccolta rifiuti, il Comune di Monte Roberto sceglie il porta a porta. Lo stabilisce la Giunta con la delibera del 2 ottobre, affidando al sindaco in qualità di rappresentante dell’Ente il mandato ad esporne le motivazioni al Consorzio Intercomunale Servizi (Cis). «In questi ultimi mesi si è discusso molto, all’interno del Cis, della gestione rifiuti, considerando che l’Ata dovrà procedere con la redazione del nuovo piano d’ambito e il conseguente affidamento – fa sapere il sindaco Stefano Martelli – La scelta da fare era tra il sistema porta a porta e le isole informatizzate. I dati forniti da Ata dimostrano una rilevante convenienza del primo sistema». Secondo valutazioni effettuate da professionisti esterni incaricati dal Cis, infatti, le isole ecologiche informatizzate pongono a carico dell’utenza oneri maggiori rispetto al modello della raccolta porta a porta che invece garantisce una migliore qualità dei materiali conferiti. Inoltre il sistema della piattaforma tecnologica richiede un maggiore investimento iniziale, comportando costi fissi maggiori che non potrebbero essere conseguentemente ridotti, anche laddove i cittadini adottino modelli virtuosi di riduzione e contenimento dei quantitativi di rifiuti prodotti. Uno stanziamento di risorse oneroso che, secondo quanto riportato anche dal CIS nella delibera del 7 ottobre, non è sostenibile per il Consorzio.

«A fronte di tale stima – aggiunge il sindaco Martelli -, il sistema porta a porta è da preferire. Sulla base dei dati e degli studi oggettivi, abbiamo deciso di comunicare ad Ata che il sistema porta a porta è la nostra scelta. Siamo molto soddisfatti del nuovo modus operandi del Cis e del suo cda volto ad una ottimizzazione dei processi decisionali nell’esclusivo interesse dei cittadini, libero da condizionamenti e basato su serie valutazioni ed analisi e speriamo possa essere la nuova metodologia da perseguire per futuri progetti e nuove prospettive di servizi integrati e in sinergia tra i comuni soci». Attualmente, il Comune di Monte Roberto utilizza sul territorio il sistema dei cassonetti stradali da vuotare con compattatori monoperatore: solo nell’agglomerato urbano del Capoluogo, nel centro storico collinare, è in sperimentazione un sistema composto da due isole informatizzate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X