facebook rss

Focolaio al Gerundini, i sindacati:
«Garantire massima assistenza sanitaria»

FALCONARA - La voce unanime di Cgil, Cisl e Uil sulla situazione all'interno della residenza di via Da Vinci dove il Covid è stato contratto dalla quasi totalità degli ospiti
Print Friendly, PDF & Email

Il Gerundini

 

«Riteniamo indispensabile che vi sia un coordinamento tra la struttura stessa, il comune di Falconara e l’ASUR per la gestione dell’ emergenza e chiediamo che venga garantita, attraverso personale medico o infermieristico, tutta l’assistenza sanitaria necessaria. Questo è il tema centrale, infatti la struttura del Gerundini è di tipo sociale e non possiede di norma una dotazione organica con le professionalità sanitarie necessarie a gestire una situazione del genere». Così Cgil, Cisl e Uil in merito al focolaio Covid che si è creato all’interno della casa albergo Gerundini di Falconara, dove quasi la totalità degli ospiti ha contratto il virus. «Dalle notizie raccolte la quasi totalità dei 22 utenti e almeno 7 dipendenti sono risultati positivi. A parte 3 ricoveri, od oggi risulta che la restante parte degli utenti e gli operatori, tutti OSS (operatori socio sanitari), siano stabilmente in isolamento all’interno della struttura falconarese. Sarà necessario garantire il massimo isolamento rispetto, ad esempio, a realtà sanitarie contigue, quali l’istituto Bignamini e al tempo stesso si dovrà rafforzare per gli utenti malati che risiedono al Gerundini la possibilità di mantenere un contatto virtuale con i propri cari, attraverso la dotazione di sistemi di videochiamata, tablet o comunicazione da remoto. Cgil, Cisl e Uil si rendono disponibili ad incontrare gli enti competenti per agevolare il coordinamento delle iniziative».

Focolaio Covid al Gerundini: contagiati ospiti ed operatori

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X