facebook rss

Medicina e intelligenza artificale,
Offagna comune pilota
per la sperimentazione RicovAi 19

IL PROGETTO di prevenzione sanitaria pensato grazie alla collaborazione tra Ospedali Riuniti di Ancona, Università Politecnica delle Marche, Asur Marche e alcuni partner privati, interesserà 600 abitanti del borgo medievale nel monitoraggio dei parametri clinici attraverso un device
Print Friendly, PDF & Email

La rocca di Offagna durante le Feste Medievali

 

 

Offagna diventa Comune pilota per la sperimentazione di un innovativo progetto di prevenzione sanitaria pensato grazie alla collaborazione tra Ospedali Riuniti di Ancona, Università Politecnica delle Marche, Asur Marche e alcuni partner privati (lmawave Spa, Vivisol Gruppo Sol e Aditech Srl-Adilife Srl). Nome in codice: RicovAi 19. Il progetto prevede il monitoraggio da casa di un campione di 600 abitanti del borgo medievale dei molteplici parametri clinici con strumenti di intelligenza artificiale, un device in grado di raccogliere le informazioni, di calcolare indicatori di stabilità clinica e di trasmettere i risultati tempestivamente al proprio medico e alla centrale di controllo. Sono 67 parametri e andranno misurati, dalle 2 alle 8 volte al giorno per 20 giorni. L’adesione al progetto, il cui direttore scientifico è il dottor Marco Mazzanti, è riservata ai soggetti con sintomi da Covid oppure positivi o vaccinati anche privi di sintomi o altre patologie residenti a Offagna, unico Comune selezionato per la sperimentazione. «Data la valenza del progetto e la grande opportunità per la nostra comunità – scrive il sindaco Ezio Capitani in una nota – si invita tutta la cittadinanza a rendersi disponibile contattando il proprio medico di medicina generale che è stato preventivamente informato delle iniziative e delle modalità di adesione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X