facebook rss

Osimo, revocata l’ordinanza
per l’asporto di alcolici

MOVIDA - Dal prossimo week end si potrà tornare a somministrare bevande in contenitori di vetro dalle 8 alle 22 nelle aree del centro storico. «C’è una diminuzione di contagi e ho ritenuto necessario agevolare una graduale ripresa delle attività economiche e sociali ritirando le disposizioni di febbraio» spiega il sindaco
Print Friendly, PDF & Email

I controlli della Polizia locale sulla movida in centro storico

 

Dal prossimo week end si potrà tornare a bere con gli amici  nelle piazze del centro storico di Osimo. Il sindaco Simone Pugnaloni ha revocato ieri l’ordinanza sindacale che dal 27 febbraio vietava, di sabato e domenica, la somministrazione di bevande d’asporto in contenitori di vetro e lo stazionamento nelle aree del centro storico dalle 8 alle 22, se non per accedere a negozi ed uffici legittimamente aperti e alle abitazioni. Occhio però alla movida sfrenata: gli assembramenti sono comunque vietati in zona gialla ed i controlli delle forze dell’ordine saranno rafforzati.«Visto il decreto legge del 22 aprile scorso che dispone misure per la graduale ripresa delle attività nel rispetto delle esigenze di contenimento dell’epidemia, preso atto che anche ad Osimo stiamo registrando una diminuzione di contagi – scrive in una nota Simone Pugnaloni – e ritenuto necessario agevolare una graduale ripresa delle attività economiche e sociali e la conseguente maggiore mobilità, abbiamo revocato l’ordinanza di febbraio, che se violata prevedeva sanzioni da 400 euro. Un’ordinanza sindacale firmata per contenere gli assembramenti che nei weekend erano ormai diventati intollerabili in centro storico. La revoca di questa ordinanza non deve però far abbassare la guardia. Resta la necessità di monitorarne i comportamenti al fine di impedire gli assembramenti sociali».

 

Contagi in crescita, Osimo vieta il consumo di cibo e alcol d’asporto in centro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X