facebook rss

“Eco dei BagniNi” per pulire la spiaggia:
tra i volontari anche Antonio Lo Cascio

SIROLO - L'appuntamento è per sabato pomeriggio quando i ragazzi di 'BagniNi' si ritroveranno all’ingresso di spiaggia Urbani mentre i sommozzatori della Sea Wolf Diving si occuperanno dei fondali. Si uniranno a loro il comico marchigiano e l'imprenditrice Ilaria Barbotti ma tutti possono partecipare
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ in programma per il pomeriggio di sabato prossimo, 29 maggio, il primo evento di pulizia spiaggia “Eco dei BagniNi” promosso da BagniNi sull’arenile di Sirolo.«Questo giovane brand di t-shirt marchigiano, con il supporto ed il patrocinio del Comune di Sirolo, ha chiamato a raccolta l’Associazione Legambiente Pungitopo di Ancona, l’Associazione Sea Wolf Diving Asd di Numana, l’Associazione Plastic Free Marche per un pomeriggio all’insegna della salvaguardia dell’ambiente con l’obiettivo di pulire spiaggia e fondale della costa che va da spiaggia Urbani a San Michele. – fa sapere una nota degli organizzatoi della giornata ecologica – Con questo evento BagniNi si pone l’obiettivo di portare l’attenzione su uno dei disastri ecologici del nostro tempo: l’inquinamento dei mari. Il messaggio che si vuole divulgare è quello che ogni cittadino di questo pianeta può contribuire a salvaguardare l’ambiente naturale mettendo in atto piccoli gesti come quello di raccogliere rifiuti ogni qualvolta se ne incontrino. L’evento è aperto e rivolto a tutti i cittadini di ogni età e tra i partecipanti ci saranno Antonio Lo Cascio, comico marchigiano sensibile alle attività che giovano il territorio di appartenenza e Ilaria Barbotti, imprenditrice  marchigiana da sempre attenta alla promozione di attività etiche e genuine».

L’evento prevede il punto di ritrovo all’ingresso di spiaggia Urbani alle ore 14,45 del 29 maggio per iniziare la pulizia alle ore 15. Contestualmente partiranno i sommozzatori della Sea Wolf Diving che si occuperà dei fondali. «La speranza è di raccogliere rifiuti, sensibilizzare sulla salvaguardia ambientale e godersi qualche ora in una delle più belle spiagge della Riviera del Conero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X