facebook rss

Muore a 42 anni,
la famiglia dona gli organi

ASCOLI - Il bel gesto all’ospedale "Mazzoni". Reni, fegato e cornee verranno ora destinati ai pazienti degli ospedali di Ancona e Modena
Print Friendly, PDF & Email

 

Un grande gesto di solidarietà e condivisione a poche ore da un tragico evento. Nonostante il dramma vissuto in prima persona per la perdita di C. E., 42enne deceduto nelle prime ore di mercoledì 16 giugno nel reparto Rianimazione dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli, i familiari hanno scelto senza indugio di procedere con la donazione degli organi, in uno slancio di grande generosità che, da un profondo dolore, contribuirà a dare nuova speranza in giro per l’Italia.

L’ospedale “Mazzoni”

Una volta ottenuto il consenso della famiglia, la macchina burocratica per il prelievo di organi e tessuti si è subita messa in moto, con la direzione sanitaria dell’ospedale che ha prontamente convocato il collegio medico di medicina legale per l’accertamento della morte cerebrale.

L’intervento ha poi coinvolto diversi professionisti di Area Vasta 5 in collaborazione con le équipe chirurgiche dell’ospedale Torrette di Ancona e del Policlinico di Modena, con reni – inviati ad Ancona e Padova – fegato – destinato a Modena – e cornee che verranno presto destinati a nuovi pazienti.

La direzione dell’Area Vasta 5 e quella del Presidio unico ospedaliero, insieme al coordinatore locale per il prelievo di organi e tessuti, hanno voluto ringraziare i familiari e il personale coinvolto nell’operazione per la generosità e la professionalità dimostrate nell’ambito di un nobile gesto in grado di mettere da parte il dolore della perdita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X