facebook rss

Violenza sessuale sul lungomare,
incastrati due giovani operai

CIVITANOVA - Indagine dei carabinieri: uno ha 25 anni ed è stato arrestato, per l'altro, 20enne, obbligo di dimora. La vittima è una ragazza di Ancona, era su una panchina quando è stata avvicinata. Hanno approfittato del fatto che fosse ubriaca. Fondamentale anche l'intervento di una coppia di fidanzati che ha lanciato l'allarme
Print Friendly, PDF & Email

russo-candido-amicucci-carabinieri

Il sottotenente Alfredo Russo a capo del Norm di Civitanova, il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dell’Arma e il capitano Massimo Amicucci, comandante della Compagnia di Civitanova

 

di Gianluca Ginella

Ventenne palpeggiata su di una panchina sul lungomare di Civitanova: scoperti gli autori, in manette un 25enne, obbligo di dimora per un ventunenne. Si tratta di due giovani stranieri, uno dell’Ecuador, l’arrestato, l’altro polacco, vivono a Civitanova e fanno gli operai. Devono rispondere di violenza sessuale di gruppo.

massimo-amicucci-capitano-carabinieri-civitanova

Il capitano Massimo Amicucci

L’operazione è dei carabinieri della Compagnia di Civitanova, diretta dal capitano Massimo Amicucci. I militari del Nucleo operativo di Civitanova, comandato dal tenente Alfredo Russo, hanno raccolto testimonianze e visionato le telecamere della zona per dare una identità a chi aveva compiuto una violenza sessuale sulla ragazza. Il 21 maggio, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, intorno alle 22,30 due giovani hanno visto una ragazza che stava seduta su di una panchina insieme ad una amica. Entrambe le ragazze avevano bevuto troppo.  I due giovani si sono seduti vicino ad una delle ragazze, una ventenne di Ancona, e vedendo che era ubriaca hanno cercato di approfittarsi della situazione iniziando a palpeggiarla.

alfredo-russo-sottotenente-carabinieri-civitanova

Il sottotenente Alfredo Russo

L’amica della ventenne, pure lei ubriaca, non era in grado di difendere l’amica, per fortuna una coppia di fidanzati che passava di lì si è accorta di quello che stava accadendo ed è intervenuta. I due giovani si sono giustificati dicendo che uno di loro era il fidanzato. La coppia non ci ha creduto e ha chiamato i carabinieri. Nel frattempo i due uomini si sono allontanati. Le indagini per rintracciarli sono partite immediatamente e i militari hanno dato una identità ai due giovani. Un 25enne, già noto sempre per fatti legati a violenze sessuali, è stato arrestato e si trova in carcere, mentre per un 21enne è stato disposto l’obbligo di dimora nella sua abitazione dalle 19 alle 7 del giorno dopo. Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Rita Barbieri. Il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dell’Arma: «I carabinieri della Compagnia di Civitanova stanno lavorando in maniera egregia, svolgendo tanta attività preventiva. Sì lavora tanto sulla costa sì lavorerà ancora per tutta la stagione estiva». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X