facebook rss

Sotto la maglia un chilo di cocaina:
pusher condannato

ANCONA - Cinque anni e quattro mesi in abbreviato al 46enne albanese arrestato lo scorso primo aprile dalla Guardia di Finanza mentre era insieme al nipote. Erano stati fermati a bordo di un'Alfa Romeo nelle campagne comprese tra il capoluogo e Falconara
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Nascondeva sotto la maglietta più di un chilo di cocaina: condannato un 46enne albanese. Cinque anni e quattro mesi la pena inflitta questa mattina dal gup di Ancona Paola Moscaroli. Si procedeva con il rito l’abbreviato, come scelto dai difensori Gabriele Galeazzi ed Emanuele Senesi. Il 46enne, residente a Porto Recanati, era stato arrestato dalla Guardia di Finanza lo scorso primo aprile nelle campagne tra i comuni di Ancona e Falconara assieme al nipote di 24 anni, per cui si procede a parte. La droga, un chilo e 121 grammi, era occultata sotto la maglietta del 46enne. L’Alfa Romeo 159 su cui si muoveva aveva dato nell’occhio perchè era una delle poche vetture in circolazione, dato che in quel momento vigeva la zona rossa. Nell’auto, nel corso della perquisizione, erano stati trovati anche 4mila euro in contanti. Stando all’ipotesi investigativa, la droga era destinata alla festività pasquali. Dopo l’arresto, zio e nipote erano stati portati nel carcere di Montacuto. Il più giovane è stato scarcerato. Lo zio si sarebbe presa la colpa nel corso dell’interrogatorio di garanzia, ammettendo di aver iniziato a spacciare per problemi economici derivati dalla pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X