facebook rss

Consegnate ai dipendenti comunali
le Civiche benemerenze 2021

ANCONA - Ieri sera all'Auditorium della Mole la seconda parte della tradizionale cerimonia di San Ciriaco
Print Friendly, PDF & Email

 

La cerimonia di consegna delle civiche benemerenze, che si svolge in occasione della festa del S.Patrono il 4 maggio, ha avuto ieri sera un sequel suggestivo all’Auditorium della Mole di Ancona. Il sindaco Valeria Mancinelli – riporta una nota del Comune di Ancona – ha consegnato la pergamena che attesta il prezioso riconoscimento ad un gruppo di genitori che hanno donato tempo e capacità ad opere di manutenzione e valorizzazione di un plesso scolastico che fa capo all’Istituto Comprensivo Margherita Hack. Un gesto di amore e solidarietà quello compiuto da Roberto Roldi, Simone Rocchetti, Mauro Vanin, Michele Soccio e Pasqualino Torelli, detto “Nonno Lino” (scomparso recentemente) i quali – recita la menzione “ hanno dimostrato grande senso di responsabilità e dedizione gratuita al bene comune, avendo offerto con generosità il proprio tempo libero e la specificità delle proprie competenze tecniche per contribuire nelle attività di allestimento dell’aula 3.0 e della biblioteca della Scuola Secondaria di primo grado Donatello, oltre che di svariati altri ambienti in successive occasioni, sostenendo anche vari bisogni di cura e manutenzione del plesso, dando prova di elevato senso civico e amore per la cultura, quale strumento di crescita umana e fattore di sviluppo sociale”. La consegna degli attestati, su base individuale, era stata rinviata in ottemperanza alle norme anti-Covid che hanno indotto a ridimensionare la tradizionale cerimonia di S.Ciriaco.

A seguire il sindaco – affiancato dagli assessori Tiziana Borini, Pierpaolo Sediari e Stefano Foresi- ha consegnato un riconoscimento ai dipendenti comunali collocato a riposo nell’arco degli ultimi trenta mesi: poco meno di quaranta gli ex dipendenti che si sono presentati alla cerimonia e che si sono alternati sul palco, in un clima di festosa cordialità (per molti il congedo era avvenuto in sordina, a causa della pandemia) e di commozione quando sono stati assegnati gli attestati alla memoria di colleghi scomparsi – alcuni improvvisamente e prematuramente- quali Patrizia Filippetti, Vittoria Forlani, Gerardo Imbimbo, Sandro Pasquini, Giuseppe Bruno e Gabriele Priori- il fonico comunale presente a tutti gli eventi, mancato qualche settimana fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X