facebook rss

Tragedia per mister Ciampelli:
muore in piscina il figlio di 6 anni

TRAGEDIA - E' successo a Città di Castello, inutili tutti i tentativi di rianimare il bimbo dell'allenatore del Porto d’Ascoli. Messaggi di cordoglio da tutti gli ambienti calcistici della regione, anche da Ancona dove il papà del piccolo ha militato
Print Friendly, PDF & Email

Mister Ciampelli sulla panchina dell’Anconitana

 

Una tragedia, quella che è accaduta a Città di Castello e che si è riversata nelle Marche e nel Piceno: è morto a 6 anni ancora da compiere il figlio di Davide Ciampelli, allenatore del Porto d’Ascoli, fresco di promozione in serie D, ed ex mister dell’Anconitana. Tutto è accaduto in un attimo, in un centro estivo della città umbra, dotato di piscina. Il piccolo Gianmaria è caduto in acqua, forse per un malore, ed è annegato. gli innumerevoli tentativi di rianimarlo da parte del personale sanitario arrivato immediatamente. Sul posto anche i Carabinieri. La salma del piccino è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria di Perugia. La notizia ha gettato nello sconforto l’intero mondo del calcio marchigiano, dove il papà milita. L’Asd calcio Ateltico Ascoli scrive su Facebook una nota commossa: «La società e tutti i suoi componenti esprimono le più sentite condoglianze e un grande abbraccio alla famiglia per questo profondo momento di lutto». Anche la società di calcio dell’Ancona, di cui Ciampelli è stato pure allenatore, si stringe nel cordoglio: «La società partecipa commossa e attonita al profondo dolore che ha colpito improvvisamente mister Davide Ciampelli per la tragica scomparsa del piccolo Gianmaria. Porgiamo le più sincere condoglianze stringendo lui e i suoi cari in un fortissimo abbraccio». Nelle Marche, prima di approdare al Porto d’Ascoli, Ciampelli ha allenato l’Ancona in Eccellenza e, l’estate scorsa, aveva rifiutato l’offerta per il Porto Sant’Elpidio.

(Redazione CP)

Ciampelli, mentre festeggia la promozione del Porto d’Ascoli (Foto Facebook dalla pagina Eccellenza Calcio Umbria)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X