facebook rss

Trialometani nell’acqua potabile:
sospesa la somministrazione

GENGA - Il sindaco Marco Filipponi ha firmato l'ordinanza che vieta l’utilizzo per l’alimentazione umana, dopo la nota dell'Area Vasta2 che segnalava il rilevamento di valori anomali nel tronco di distribuzione afferente dai punti di campionamento delle frazioni di Colleponi e Casamontanara
Print Friendly, PDF & Email

 

Il sindaco di Genga, Marco Filipponi, ha firmato stasera un’ordinanza di sospensione dell’acqua somministrata attraverso l’acquedotto che rifornisce il tronco di distribuzione afferente dai punti di campionamento delle frazioni di Colleponi e Casamontanara a seguito del rilevamento di trialometani.  Nell’acqua potabile i trialometani si formano soprattutto come sottoprodotti della clorazione per reazione del cloro con i composti organici che si trovano naturalmente nell’acqua. In presenza di questi composti, l’utilizzo dell’acqua per il consumo umano può rivelarsi dannoso per la salute pubblica. L’anomalia dei parametri chimici è stata segnalata oggi stesso con nota al Comune di Genga  dalla Azienda Sanitaria Unica Regionale Area Vasta 2 – Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione di Fabriano e subito dopo è stata emanata l’ordinanza che impone appunto «il divieto, al fine della tutela della salute pubblica, dell’utilizzo dell’acqua per l’alimentazione umana». Il sindaco ha disposto inoltre che Viva Servizi, gestore della distribuzione idrica, adotti «tutti i provvedimenti sostitutivi atti a consentire la messa in disponibilità di acqua potabile alla popolazione che, per effetto dei provvedimenti adottati, ne risulta essere priva fornendone la dovuta pubblicizzazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X