facebook rss

Pnnr, triplicati i fondi per il porto:
«La Regione ha fatto di tutto per ottenerli»

ANCONA - Il punto del capogruppo regionale FdI Carlo Cicciolli sui finanziamenti destinati allo scalo dorico
Print Friendly, PDF & Email

Carlo Ciccioli

 

«Era stato un preciso impegno all’indomani dell’ufficializzazione dell’esigua somma destinata all’Adsp dell’Adriatico centrale, appena 20 milioni di euro, tramite i finanziamenti del Pnrr. In meno di un mese, questa somma è stata triplicata. E ciò si deve al lavoro sinergico del presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, di tutto l’Esecutivo e dell’intera maggioranza di centrodestra che si conferma per compattezza e unità di intenti in favore della nostra Regione. Detto e fatto subito, anche grazie, e questo va detto, il Governo nazionale ha compreso il grave gap per il nostro porto». Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli, all’indomani dell’ufficializzazione dei nuovi fondi Pnrr destinati per lavori sui porti marchigiani: 62 milioni di euro al porto di Ancona, 11,5 al porto di Pesaro e 18,5 a San Benedetto. «La maggioranza di centrodestra che governa le Marche ha fatto il possibile per recuperare ciò che non è stato fatto in precedenza. Stiamo dimostrando, nei fatti, l’inizio di una discontinuità per l’Autorità Portuale di Ancona che, una volta che sarà nominato un nuovo presidente, forte e autorevole, sentito il parere delle Regioni Marche e Abruzzo, sarà ancora più evidente. Il porto di Ancona deve avere una valenza con grandi prospettive internazionali, in sinergia e in integrazione con Aeroporto e Interporto. Con i nuovi fondi si potrà iniziare un nuovo percorso per farsi sì che l’Adsp dell’Adriatico centrale possa rafforzare il ruolo di infrastruttura leader e strategica a livello nazionale e internazionale».

Authority, il bottino si allarga: dal Pnnr 156 milioni di euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X