facebook rss

Rientro a scuola con l’inaugurazione
delle nuove aule del ‘Gesù Bambino’

FALCONARA – Stamattina il taglio del nastro alla presenza del sindaco Stefania Signorini all'istituto che ha accolto gli alunni della primaria 'Leopardi'. Lavori anche nella parte storica Da Vinci, alla Alighieri e alla Mongolfiera. Finanziamenti per 116mila euro per la ventilazione meccanica alla Ferraris e alla Montessori
Print Friendly, PDF & Email

 

Il ritorno a scuola saluta l’inaugurazione del nuovo istituto Gesù Bambino, che nella mattinata di oggi, 15 settembre, ha accolto gli alunni della elementare Leopardi. L’ingresso dei bambini nel plesso di via XX Settembre è stato celebrato da una piccola cerimonia. A tagliare il nastro il sindaco Stefania Signorini, affiancata dalla dirigente scolastica del comprensivo Centro Rosa Martino e dall’assessore ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi, che ha seguito i lavori di ristrutturazione della vecchia scuola, rimasta chiusa per circa 20 anni. «Il Comune ha acquistato l’immobile dalle suore missionarie francescane di Gesù Bambino di Roma, per ospitare le sei classi della Leopardi in attesa della realizzazione del nuovo polo scolastico del centro città. – ricorda una nota dell’Amministrazione comunale di Falconara – I lavori svolti nel corso dell’estate hanno permesso di rafforzare l’edificio dal punto di vista sismico e di adeguarlo alla normativa antincendio, con l’ampliamento della scalinata interna, la sostituzione degli impianti elettrico, idrico e termico». Sono stati sostituiti i pavimenti, gli infissi, i servizi igienici, la recinzione esterna e curati i cortili, abbattute le barriere architettoniche. Destinati ai bambini il piano terra (dove sono state realizzate due aule, bagni per insegnanti e alunni, il refettorio e locali di servizio) e il primo piano (con sei aule e i servizi igienici).

«E’ stato bello veder rivivere questa scuola – dice il sindaco –. Ho voluto dare personalmente il benvenuto a insegnanti e alunni e ho avuto l’occasione di apprezzare il grande lavoro fatto dalle maestre, che hanno reso questa scuola ancora più accogliente, appendendo alle pareti i disegni e i lavori realizzati negli scorsi anni». «Abbiamo lavorato in tempi record – aggiunge l’assessore Barchiesi – per adeguare la scuola, chiusa da anni. L’intenzione è quella di continuare a utilizzare l’edificio per usi differenti anche dopo che avrà esaurito la sua funzione per i bambini della Leopardi. Voglio ringraziare le suore missionarie francescane di Gesù Bambino di Roma che hanno praticamente donato l’edificio al Comune di Falconara pur di farlo tornare fruibile dalla comunità». La ristrutturazione dell’istituto Gesù Bambino è il principale intervento realizzato nei mesi scorsi in vista della riapertura delle scuole, ma i cantieri avviati dal Comune hanno riguardato tanti plessi di Falconara.

Alla Leonardo Da Vinci sono stati sostituiti gli infissi nella parte più antica della scuola, risalente al 1904 e non interessata dalla prossima demolizione, grazie a un contributo regionale di 25.600 euro finanziato con la tassa regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili. L’isolamento acustico è stato l’obiettivo principale dell’intervento, data la vicinanza della scuola all’aeroporto Raffaello Sanzio. Il progetto predisposto dall’ufficio Ambiente, approvato dalla Soprintendenza, ha comportato la sostituzione di 22 infissi in legno, rimpiazzati da strutture in Pvc a effetto legno, come concordato dalla Soprintendenza. I lavori hanno interessato tutte le finestre che si affacciano su via Pietro Mauri e altre due sul cortile interno della scuola: l’isolamento è garantito quindi per la palestra, la biblioteca, il magazzino, il laboratorio di ceramica e il bagno al piano terra, oltre ad alcune aule al primo piano. Alla elementare Dante Alighieri sono stati adeguati gli impianti e sistemate le aule per accogliere i bambini delle tre classi della materna di Falconara Alta, per un importo complessivo di 10mila euro che comprende anche le spese di trasloco. Per la scuola dell’infanzia sono infatti in programma lavori strutturali per l’adeguamento sismico, il miglioramento energetico e la ristrutturazione per un importo complessivo di 860mila euro, che comprende anche la demolizione e la ricostruzione del locale esterno utilizzato per la mensa scolastica, che sarà recuperato sul retro e convertito ad aula.

E’ stato poi sistemato il giardino della materna Mongolfiera, a Palombina Vecchia, dove le radici degli alberi avevano reso il terreno sconnesso. L’intervento ha comportato una spesa di 5mila euro. Sul fronte dell’emergenza sanitaria, gli uffici stanno redigendo i progetti per installare gli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc) in 29 aule dei plessi delle scuole medie Ferraris e Montessori, 20 alla Ferraris e nove alla Montessori, che saranno implementati grazie a un finanziamento complessivo di 116mila euro dell’assessorato ai Lavori pubblici della Regione Marche.

 

Ritorno sui banchi: scuole falconaresi pronte ad accogliere 2mila studenti

L’istituto ‘Gesù Bambino’ torna ad essere una scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X