facebook rss

Giornalista molestata in diretta,
l’avvocato del 45enne:
«E’ pentito, vuole chiedere scusa»

CASO - Roberto Sabbatini, legale del ristoratore chiaravallese accusato di aver palpeggiato Greta Beccaglia all'esterno dello stadio di Empoli: «Abbiamo cercato di rintracciarla già ieri, il mio assistito è molto scosso». La vittima, che questa mattina ha sporto denuncia: «Quello che è successo a me non deve più succedere. Non voglio e non devo avere paura»
Print Friendly, PDF & Email

Il momento della molestia subita dalla giornalista

 

«E’ seriamente pentito e vuole chiedere scusa per l’accaduto. Lo ha ripetuto più volte. Il fatto è quello che abbiamo visto tutti e che ormai è diventato virale», così interviente, su Cronache Ancona, l’avvocato Roberto Sabbatini. Il legale difende il ristoratore 45enne di Chiaravalle che domenica sera, alla fine del derby toscano tra Empoli e Fiorentina, ha palpeggiato in diretta tv la giornalista Greta Beccaglia. «Il procedimento è in una fase embrionale – ha detto il legale -. Lui è ovviamente disponibile a scusarsi con la giornalista che abbiamo cercato di rintracciare già dalla serata di domenica. Ieri sera ho infatti contattato Toscana Tv, dove lavora la dottoressa Beccaglia. Ho mandato anche una mail cercando di contattarla tramite i social perché ovviamente il mio assistito è scosso dalla situazione».

Greta Beccaglia su Toscana Tv

Questa mattina a Chiaravalle si sono presentati anche i giornalisti della trasmissione Le Iene, la cui puntata andrà in onda domani sera. «E’ una situazione anche difficilmente gestibile dal punto di vista emotivo – dice Sabbatini -. Quanto accaduto è triste, e lui spera di fare le proprie scuse personalmente, quando e se la dottoressa vorrà. Si tratta di un gesto di cui si è ovviamente pentito».
«Andrò a lavorare più forte di prima. Quello che è successo a me non deve più succedere. Non voglio e non devo avere paura» replica Greta Beccaglia che questa mattina è andata in questura per la denuncia. «Mi hanno detto che si tratta di un 45enne – ha detto all’agenzia Dire -, ma io non lo conosco, non l’ho mai visto prima». Il ristoratore chiaravallese potrebbe però non essere l’unico indagato nella vicenda: «Ho raccontato tutto quello che mi è successo – ha aggiunto -. Mi si è avvicinato un uomo incappucciato che mi ha toccato nelle parti intime. E altri tifosi mi hanno insultato. Ora stanno cercando anche loro».
La giornalista avrà l’assistenza legale pagata da Toscana Tv: «Da subito mi hanno dimostrato di essere al mio fianco», assicura spiegando anche l’atteggiamento del conduttore della trasmissione, il giornalista Giorgio Micheletti, che sembrava aver minimizzato il gesto. «In realtà – dice Beccaglia – non erano queste le intenzioni di Giorgio che si è scusato subito, anche in diretta».

(al. big.)

Giornalista molestata allo stadio: identificato un 45enne di Chiaravalle

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X