facebook rss

«Il 2021, l’anno più importante
per progetti e investimenti»

OSIMO - Il sindaco Simone Pugnaloni ha tirato le somme degli ultimi 12 mesi, al giro di boa del suo secondo mandato amministrativo. Il 2022 regalerà alla città novità con la variante al Prg, gli interventi di vulnerabilità sismica su Palazzo comunale, sull’ex Eca e nella gestione dello smaltimento rifiuti. «E’ ormai tempo di pensare in una dimensione più ampia, quella della Valmusone» ha sottolineato nella conferenza stampa di fine anno il primo cittadino
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della conferenza di fine 2021, convocata oggi dal sindaco Simone Pugnaloni con la giunta e il presidente del Consiglio comunale

 

«Siamo arrivati al giro di boa del secondo mandato amministrativo e abbiamo programmato opere per 19 milioni con questa giunta. Il 2021 è stato, come avevamo previsto, l’anno più importante per gli investimenti. Un anno nel corso del quale abbiamo portate a termine o avviato alcune opere nevralgiche  e strategiche  per Osimo». Il consuntivo del sindaco Simone Pugnaloni in conferenza stampa questa mattina è iniziato con queste parole nella Sala Vivarini di Palazzo comunale. Nel tirare le somme dei 12 mesi che stanno per terminare ha ricordato un lungo elenco di progetti che hanno visto la luce: tra i tanti anche i lavori del nuovo tratto del bypass di Padiglione (da via Linguetta al ponte sul Musone) o il tratto stradale, in fase di progettazione, di collegamento di via Sbrozzola con via d’Ancona collegato alla viabilità del nuovo ospedale Inrca. «A gennaio andremo al ministero per cercare di portare a termine, con i fondi del Pnrr, i finanziamenti per il progetto di tracciato completo della variante Nord che gli osimani aspettano da 40 anni» ha annunciato.

da sin. l’assessore Michela Glorio con il sindaco SImone Pugnaloni

Ma tra le risorse nel bilancio delle opere pubbliche spiccano anche «i 700/800mila euro di appalti per i nuovi asfalti, la nuova scuola primaria di Campocavallo con palestra e ancora le telecamere per la sicurezza che proprio in questi giorni ci hanno permesso di identificare i volti degli autori degli atti vandalici della notte di Natale – ha aggiunto Simone Pugnaloni – Mi piace aggiungere inoltre per questo 2021 tutte le azioni di promozione dell’ambiente con i progetti di collegamento della pista ciclabile di Campocavallo, sia da via Vescovara che da Passatempo. E per il settore sportivo abbiamo investito nella manutenzione straordinaria della piscina, del PalaBaldinelli omologato oggi per 4000 posti a sedere e presto per lo stadio Diana con lavori che permetteranno di accogliere 2000 persone».

Per quanto concerne invece l’Urbanistica, il sindaco di Osimo ha rammentato che anche il processo per rinnovare il Prg «è in dirittura d’arrivo. Nel 2022 ci metteremo al lavoro per la versione definitiva della varante al Piano regolatore dopo aver ascoltato i cittadini nei vari incontri di quartiere. Altro passo importante è rappresentato dalla digitalizzazione  dei servizi comunali, ad esempio di quelli anagrafici». Pugnaloni ha quindi confermato che nel 2022 arriverà la svolta «sul progetto di vulnerabilità sismica di Palazzo comunale e dell’ex Eca ma siamo a buon punto anche per il progetto della torretta del San Carlo e per l’ex tribunale che dovrà accogliere gli uffici del Commissariato e del Centro per l’Impiego per la Valmusone, su proposta della Regione Marche». Nel 2021 Osimo ha anche continuato il percorso per trasformarsi in città sempre più  green con l’acquisto inoltre di mezzi elettrici e il potenziamento degli impianti fotovoltaici realizzati con i fondi ministeriali.

Tra i progetti clou per il 2022 Pugnaloni ha quindi inserito il«passo da gigante che compirà Astea spa con la creazione del consorzio pubblico per i rifiuti, con servizio esteso anche alle realtà di Sirolo, Numana e Fiottrano in accordo con Viva Servizi che invece gestirà gli altri Comuni, e poi con l’inaugurazione dell’impianto che trasforma i rifiuti organici in biometano. Gli utili che non arriveranno più da Astea Energia, ora senza più fini istituzionali, li garantirà proprio questo impianto. C’è poi il progetto di ‘Osimo Illumina’ con l’installazione degli 8000 nuovi punti luce in città, che includerà anche un nuovo tratto della pista cicilabile e l’area archeologica di Monte Torto a Casenuove». Quello che sta più a cuore al sindaco di Osimo è comunque riuscire a portare a compimento entro il 2024 «tutti i progetti annunciati a inizio mandato, con una squadra coesa. E poi di veder la nostra città assumere una caratura sempre più internazionale sotto il profilo culturale. E’ in arrivo oltre all’auditorium con il nuovo cinema all’ex Concerto, anche il ridotto del teatro La Nuova Fenice. Con la mia elezione al Consiglio provinciale ritengo infine che sia ormai opportuno pensare in una dimensione più ampia, quella della Valmusone», oltre i confini cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X