facebook rss

Comunali, Jesi Città Futura:
«Ecco perchè sosteniamo
Lorenzo Fiordelmondo»

AL VOTO - La coalizione di centrosinistra è composta da Partito Democratico, Jesi in Comune, Repubblicani Europei, “Con senso civico”, Articolo 1, Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle, l’associazione “Fare cultura/e”, “Europa Verde”. Sulle primarie bypassate: «Capiamo la difficoltà delle liste di maggioranza nel comprendere che i partiti e le associazioni in questione funzionano democraticamente già al loro interno»
Print Friendly, PDF & Email

Lorenzo Fiordelmondo

 

Jesi Città Futura: è questo il nome della coalizione di centro sinistra che ha come candidato sindaco Lorenzo Fiordelmondo. Una coalizione composta da Partito Democratico, Jesi in Comune, Repubblicani Europei, “Con senso civico”, Articolo 1, Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle, l’associazione “Fare cultura/e”, “Europa Verde”.«Tutti noi abbiamo trovato un punto di incontro nei valori della costituzione, dell’ecologia, della partecipazione e nell’impegno per il sociale, per rilanciare la nostra città sia a livello lavorativo e di sviluppo economico ma anche culturale e turistico. Abbiamo scelto Lorenzo Fiordelmondo perchè conoscendo la sua storia politica siamo convinti che sia una garanzia per tutti noi. – si legge nella nota ufficiale – Jesi città futura vuole essere un collante per tutte le istanze rimaste inascoltate dal palazzo comunale in questi dieci anni, proponendo nuovi metodi di ascolto e partecipazione dei cittadini e delle cittadine, perchè la città è di chi la vive ogni giorno e non dell’amministrazione di turno».

«Nessuna manovra nelle segrete stanze è stata compiuta, le varie forze della coalizione si sono adoperate per informare gli iscritti e i simpatizzanti nel corso di questi mesi, in alcuni casi anche con assemblee pubbliche. – assicurano gli attivisti di Jesi Città Futura – Capiamo la difficoltà delle liste di maggioranza nel comprendere che i partiti e le associazioni in questione funzionino democraticamente già al loro interno, ma del resto per chi non ha sedi sul territorio e non esce mai dalle aule del palazzo per confrontarsi con la città reale è normale pensare dentro i propri schemi. E’ imbarazzante che la monarchia cittadina, che segue l’apologia dell’uomo solo al comando, elargisca lezioni di partecipazione e di primarie. Le false civiche confondono i piani: partecipazione non è togliere un cancello, ma aprire un portone e uscire fuori, in piazza».

 

Fiordelmondo e il centrosinistra «per una Jesi Futura proiettata verso l’esterno»

Il Pd lancia la candidatura a sindaco di Lorenzo Fiordelmondo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X