facebook rss

Scomparsa di Andreea:
indagato il fidanzato (Foto)

JESI - Nei confronti del 43enne Simone Gresti ipotizzato il reato di sequestro di persona. L'iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto a sua garanzia per potergli permettere di partecipare agli accertamenti che verranno effettuati su quanto sequestrato dai carabinieri, ovvero: dispositivi elettronici, la sua auto e alcuni vestiti
Print Friendly, PDF & Email

Andreea Rabciuc

Sulla scomparsa della 27enne jesina Andreea Rabciuc c’è un indagato. Si tratta del fidanzato Simone Gresti.
Il reato ipotizzato dal pm di Ancona Irene Bilotta è sequestro di persona. L’iscrizione sul registro degli indagati è un atto dovuto a sua garanzia: potrà infatti partecipare agli accertamenti che verranno avviati nelle prossime ore su quanto sequestrato oggi dai carabinieri. Ovvero: un telefonino, un tablet, un giubbotto verde militare che aveva prestato ad Andreea, un altro giubbotto, l’Audi di sua proprietà e la Panda della madre.
Il fidanzato 43enne di Moie, era stato convocato oggi dai carabinieri di Jesi insieme ad altre 3 persone: Francesco, il proprietario del casolare dove si era tenuta la festa; una ragazza che era con loro e un amico, non presente, che era rimasto a Moie.
Nel frattempo sono state anche ricostruite le due giornate, quelle dell’11 e del 12 marzo, trascorse sia da Simone e Andreea, ma anche dell’ex fidanzato Daniele.

Andreea con Simone Gresti

L’11 marzo, Andreea si sarebbe vista a Jesi con Daniele. Successivamente, Andreea si sarebbe rivista nuovamente con Simone per andare prima al bocciodromo e poi, intorno alle 2, alla festa nel casolare.
Qui, Simone e Andreea avrebbero poi litigato e il fidanzato gli avrebbe trattenuto il telefono e avrebbe detto che, se voleva andarsene, avrebbe chiamato il compagno della madre che almeno sarebbe potuta andare a prendere dato l’orario. Cosa che ha fatto infuriare ulteriormente la ragazza che poi si è allontanata intorno alle 7, a piedi, lungo la Montecarottese.
Nessuna telecamera, né residenti o passanti l’avrebbero però notata né incrociata.
Vedendo che Andreea non tornava a casa, la prima a preoccuparsi è stata ovviamente la madre. La donna ha iniziato a telefonare al cellulare della figlia che però squillava a vuoto. Solo successivamente, Simone ha risposto poiché precedentemente, appena tornato a casa, si era messo a dormire.
Le indagini nel frattempo continuano serrate per cercare di far completamente luce sulla vicenda.

(Redazione CA)

Il casolare della festa

Scomparsa di Andreea, in caserma ascoltato il fidanzato Sequestrato il casolare della festa

Un mese dalla sua scomparsa: che fine ha fatto Andreea?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X